Ferrara, graduatoria alloggi popolari: è provvisoria, ma scattano i ricorsi – INT. direttore Acer

Domenica 10 gennaio alle 21.55 su Telestense: “A tu per tu con Digo Carrara”

Secondo il nuovo regolamento introdotto dalla Giunta Fabbri per stabilire l’ordine di precedenza nella graduatoria di assegnazione degli alloggi popolari, ai primi 157 posti della graduatoria provvisoria si collocano soltanto nuclei famigliari italiani.

Ma il punteggio che privilegia gli anni di residenza in città viene, contestato come discriminatorio e oltre alle polemiche scattano i ricorsi al tribunale di Ferrara.

Sono due i criteri che rendono difficile se non impossibile per le famiglie straniere in condizioni di necessità residente a Ferrara accedere alla nuova graduatorie di assegnazioni degli alloggi popolari di edilizia residenziale pubblica: da un lato la certificazione di non possedere nei Paesi d’origine immobili di proprietà, dall’altrol’obbligo di essere residenti o lavorare da almeno tre anni sul territorio regionale, un vincolo contestato in diverse parti d’Italia da ricorsi accolti un anno fa dalla Corte costituzionale, ma che Ferrara ha recepito dalla disciplina regionale.

Sarà il giudice a stabilire   la validità o meno del regolamento, dice Diego Carrara, direttore di Acer, azienda case popolari Ferrara, tuttavia il tema vero non è il contenzioso nato sui criteri di assegnazione, ma la presenza di un numero sempre maggiore di famiglie impoverite, ora più che mai, causa lockdown.

Il tema vero, dice Carrara, nell’intervista rilasciata a Telestense,  è la mancanza di alloggi in grado di soddisfare chi si trova davvero in stato di bisogno, una difficoltà che dipende da una ormai  storica mancanza di programmazione nell’ambito delle politiche abitative e in particolare dell’edilizia pubblica, cui, naturalmente, si aggiunge la carenza cronica di risorse adeguate.

Fa sperare in questa direzione la legge regionale che assegna nell’arco di tre anni alle Acer regionali 30 milioni di euro per la manutenzione straordinaria degli alloggi ACER non più accessibili perché molto vecchi  e fatiscenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *