FERRARA HOCKE: con CUS Verona arriva il tris

Terzo successo consecutivo e secondo posto assicurato nel Master Round

Vittoria ieri per 2 a 1 sul campo del Cus Verona per i Guerrieri di Ferrara che grazie a questo successo e alla contemporanea sconfitta del Milano sul campo di Vicenza, guadagnano matematicamente la seconda piazza in classifica.
Il piazzamento in questa fase è importante in quanto nella definizione della griglia playoff le squadre meglio classificate saranno associate alle ultime ed avranno anche il vantaggio del fattore campo.
La vittoria ottenuta ieri, come testimonia anche il risultato finale , non è stata per niente facile ed è arrivata soltanto a 30 secondi dalla fine del match elevando al massimo l’intensità emotiva della gara.
Il Cus Verona si è dimostrato ancora una volta un’ottima formazione ben disposta in campo e grazie ad un gioco disciplinato e di squadra ha fatto sudare le classiche sette camicie agli estensi. Ferrara, per contro, non è riuscito ad esprimersi al meglio delle sue possibilità, dimostrandosi poco preciso in fase di conclusione e troppo spesso abdicando al gioco di squadra ed andando alla ricerca di soluzioni individuali poco fruttuose.
La cronaca della partita vede trascorrere quasi tutto il primo tempo con i Warriors a fare più possesso ma che non riescono a capitalizzare il gioco costruito. Il Verona gioca con disciplina e quando ha spazio si proietta in avanti senza però impensierire mai troppo. Siamo a 5 minuti dalla fine del tempo, viene fischiato un fallo ai danni del Ferrara, conseguente superiorità numerica per gli scaligeri che passano in vantaggio grazie ad un tiro del N 7 Marco Pernigo, involontariamente deviato dalla stecca di un difensore quel tanto che basta per spiazzare il portiere estense.
1 a 0 Verona . si chiude così il primo tempo.
Nel secondo tempo ci si aspettava una reazione decisa del Ferrara ma nonostante i ripetuti tentativi il gol non arriva.
Bisognerà attendere la metà della ripresa quando è pronto Marco Ballarin a raccogliere una debole respinta della difesa veronese davanti porta e ribadire il disco in rete.
Siamo adesso a tre minuti dalla fine della partita sempre sul risultato di 1 a 1; viene fischiato un fallo ai danni di Lorenzo dell’Antico del Ferrara, Verona quindi che può approfittare di due minuti di superiorità numerica proprio sul fine gara ed ecco che i Warriors fanno appello (finalmente aggiungiamo noi) al loro carattere. Gestiscono al meglio la penalità difendendo con attenzione, le squadre tornano al completo e mancano 40 secondi alla sirena finale, Anthony Koslow recupera un disco, lancia in contropiede il compagno di squadra Joshua Weger che si presenta solo davanti al portiere avversario e lo trafigge con un tiro imparabile sul secondo palo. Mancano esattamente 31 secondi al suono della sirena finale, si gestisce il disco e si porta a casa la terza vittoria consecutiva. Il risultato gratifica gli estensi, la prestazione un po’ meno ma quello che contava erano i tre punti e così è stato.
Complimenti al Verona che indipendentemente dalla sconfitta o dalla vittoria non avrebbe visto variare la sua posizione in classifica ma che ha comunque scelto di onorare questa partita e lo sport mettendo in campo un’ottima prestazione.
L’ultima gara del Master Round vedrà i Warriors opposti all’imbattuto Vicenza. La partita non inciderà sulla classifica già cristallizzata, ma sarà un ottimo test per sondare lo stato di forma delle squadre in vista delle gare dei play-off.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *