Ferrara Hockey: epifania senza gloria per l’under 18, solo un pareggio ed una sconfitta

Ferrara vs ForlìL’Under18 del Ferrara Hockey esce con un punto dalla trasferta dell’epifania di Asiago. La prima partita vede i ragazzi di coach Lodi affrontare gli Asiago Vipers nella loro tana, squadra che domina il campionato nazionale ed è intenta a bissare il titolo dell’anno scorso. I ragazzi estensi iniziano bene senza dimostrarsi inferiori. Nel primo tempo Ricci replica al vantaggio iniziale dei veneti e la squadra resiste fino alla fine del tempo quando i Vipers, con un uno-due lampo, prendono il largo e si concedono di andare al riposo con due gol di vantaggio.
Dopo l’intervallo la gara si fa dura. Asiago può permettersi di alternare 4 linee complete, che tra l’altro comprendono diversi giocatori nel giro della nazionale come il portiere Olando e la stellina Longhini; Ferrara ha solo 3 cambi e questo fa si che i giocatori estensi non abbiano la possibilità di turnarsi e rifiatare. Asiago, tecnicamente e tatticamente superiore, soffre comunque il cuore dei ragazzi arancio-blu; segna quattro gol, due dei quali in superiorità numerica, e gestisce il gioco. Nel finale è capitan Zabbari a lasciar partire un siluro che, con la
complicità di Formenton, che oscura la visuale a Olando, s’insacca all’incrocio. Risultato finale:
Asiago 7-2 Ferrara.
Dopo un’ora solo di riposo Ferrara incrocia i rivali del Forlì, squadra non particolarmente pericolosa e ancora a secco di vittorie nel campionato. Per i Warriors si tratta di rivali importanti dopo la sconfitta ai rigori nelle finali nazionali della stagione scorsa. I romagnoli sono visibilmente inferiori ai ragazzi ferraresi che però hanno sulle gambe 40 minuti contro i campioni dell’Asiago. Dopo pochi secondi è subito il Libertas a portarsi in vantaggio cogliendo impreparata la difesa. La squadra di Lodi però reagisce e, dopo il pareggio di Spinosa su tap-in dopo la conclusione di Zabbari, va per la prima volta avanti con il gol di
Guandalini. Il primo tempo è confuso. Ferrara è sulle gambe e disordinata e Forlì ne approfitta pareggiando due volte, anche dopo il nuovo vantaggio estense firmato Ricci. Negli spogliatoi il coach si fa sentire. Ferrara non è stata in grado di archiviare le pratiche e Forlì ne ha approfittato. Nel secondo tempo la squadra è più ordinata e con idee più precise ma le gambe troppo pesanti. Ricci segna il secondo gol, terzo di giornata, ma Forlì pareggia per la terza volta. Negli ultimi minuti Ferrara attacca con la forza dell’orgoglio colpendo la traversa sempre con Ricci e impegnando il portiere Miao, decisivo in bene per il punto conquistato da Forlì. Ferrara non va oltre un povero 4-4. La rivincita si fa attendere.
Per la cronaca, nell’ultima gara Asiago si è imposto senza fatica 10-4 su Forlì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *