Ferrara: il “patrimonio” fa scuola con il Fai

La cultura come motore dello sviluppo del nostro Paese: questo il messaggio lanciato da“Gli Stati generali della cultura”che si sono tenuti a Roma in questi giorni, cui sono intervenuti, tra gli altri, il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e il Presidente FAI Ilaria Borletti Buitoni. Un messaggio fatto proprio dalla DELEGAZIONE del FAI di Ferrara, presieduta da Piero Sinz , che ha organizzato per le giornate di martedì, oggi, e giovedì 22 novembre visite guidate a Palazzo ducale, oggi sede del Municipio.

Destinatari dell’iniziativa gli studenti di alcune scuole elementari, medie, superiori della città. Novità nella novità: l’ iniziativa vede gli studenti di una classe del Liceo scientifico Roiti di Ferrara, fare da Ciceroni ai compagni delle altre scuole.

La riflessione sul valore e sul ruolo della cultura nel nostro Paese è stata al centro dell’evento “Gli Stati Generali della Cultura” che si è tenuto giovedì 15 novembre a Roma.

Un’occasione per il Presidente della Repubblica Napolitano per sottolineare che la cultura può rappresentare un volano fondamentale per avviare una nuova prospettiva di sviluppo in Italia e anche, più in generale, in Europa.

Sulla cultura e la ricerca scientifica sono stati detti troppi “no” negli ultimi decenni, ha detto Napolitano, bisogna quindi ripartire dall’Articolo 9 della nostra Costituzione: “La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione”. Un articolo su cui si fonda la missione del FAI.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=85b6f821-d5c6-4f44-b90c-acb53e6d84c6&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *