Ferrara in zona arancione, potenziati controlli in città e sul territorio

Da diversi mesi sono pianificati, ogni fine settimana, dal Questore di Ferrara Capocasa, servizi di controllo finalizzati al contenimento della diffusione del contagio da covid-19.

Le aree poste sotto osservazione sono da individuarsi nelle due zone cittadine (zona A -Piazza Martiri della Libertà, Piazza Trento e Trieste e zona B Via Mazzini, Via Bersaglieri del Po, Via C. Mayr, Via San Romano) caratterizzate dal maggior afflusso di persone nella fascia oraria pomeridiana e per tale motivo a maggior rischio di assembramenti.

I servizi finora svolti hanno permesso di verificare, in particolare, il corretto comportamento dei cittadini estensi che rispettano i dettami dei decreti legge in vigore per il contrasto all’emergenza epidemiologica in atto.

Questo fine settimana, considerato il passaggio da domenica in zona Arancione dell’Emilia Romagna, i servizi sono stati orientati al fine di garantire due diversi obiettivi

In particolare nella giornata di sabato i controlli sono stati effettuati sia per verificare il rispetto del divieto di assembramento e il corretto utilizzo dei DPI da parte dei cittadini, sia per accertare che i titolari degli esercizi commerciali facessero osservare il rispetto del distanziamento all’esterno degli stessi. Le verifiche, inoltre, sono state rivolte anche nei confronti degli esercizi commerciali che svolgono, come attività prevalente, una di quelle identificate dai Codici ATECO 56.3 (bar e esercizi pubblici simili senza cucina) e 47.25 (commercio al dettaglio di bevande in esercizi specializzati), per cui è vigente il divieto di asporto dopo le ore 18.00.

Nella giornata di domenica i servizi hanno avuto anche lo scopo di verificare, in particolar modo, che gli esercizi commerciali rimanessero chiusi al pubblico ed effettuassero il solo asporto consentito fino alle 22.00.

Intensificati anche i servizi di vigilanza ai caselli autostradali di Ferrara NORD e Ferrara SUD con l’impiego di pattuglie della Polizia Stradale, con il fine di verificare il rispetto del divieto di spostamento tra Regioni limitrofe, nonché a prevenire casi di incidentalità. Analoghi servizi sono stati previsti per la Polizia Ferroviaria

Si ricorda che le inosservanze delle regole antiCovid-19 contravvenzionate con sanzione amministrativa da euro 400,00 a euro 3.000,00 per gli esercizi commerciali comportano anche la chiusura dell’attività per cinque giorni lavorativi. Durante i predetti servizi sono state sanzionate nr.2 persone.

(a cura della Questura di Ferrara)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *