Mappatura delle case lesionate a Ferrara

Oltre 3000 richieste di sopralluogo in una settimana, e le domande sono in aumento. Sono roventi i telefoni della sala operativa della Protezione civile di Ferrara, che da domenica mattina hanno iniziato a ricevere migliaia di chiamate.

A sette giorni dal sisma, e dopo aver controllato quasi tutti gli edifici pubblici della città, 10 squadre di tecnici composte da dipendenti comunali e da volontari della protezione civile e degli ordini dei geometri, architetti e ingegneri, stanno facendo i sopralluoghi nelle abitazioni private.

Controlli che hanno lo scopo di fare o una prima verifica per determinare l’agibilità oppure per richiedere una verifica da parte dei Vigili del Fuoco che potrebbero dichiarare l’inagibilità dell’immobile. Ma l’obiettivo delle verifiche è anche quello di creare una mappa delle case lesionate e di classificarle in base ai danni subiti.

Finora, delle 250 verifiche effettuate, nel comune di Ferrara sarebbero 8 gli edifici inagibili. Quattro sopralluoghi su cinque invece hanno evidenziato piccole crepe o lesioni che non portano nessun tipo di pericolo strutturale.
I vigili fuoco intanto, oltre alle centinaia di verifiche statiche nelle case, stanno mettendo in sicurezza le coperture e i camini pericolanti sparsi per la città.

I numeri che i cittadini possono utilizzare per segnalare necessità (accoglienza in altre strutture), danni e pericoli relativi agli edifici: 0532-771546 e 771585, oppure 0532-418756 e 418738 (orario operativo 8-20) a cura della Protezione civile – sede comune di Ferrara, via Marconi 35/39.

[flv image=”https://www.telestense.it/wp-content/uploads/2012/05/danni-sisma.jpeg”]rtmp://telestense.vod.weebo.it/vodservice/20120528_04.flv[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *