Ferrara, movida in centro: “Abbassare i toni”

01 vescovo vs movida 2Dopo il secondo comunicato inviato oggi in redazione in cui l’arcivescovo ( Telestense ne ha dato notizia nelle precedenti edizioni del tv giornale odierno) dice di considerare chiusa la questione movida in piazza Cattedrale, e dà appuntamento a dopo ferragosto ai giovani, che domani sera proporranno una “postribolo night” della solidarietà, il sindaco Tiziano Tagliani , che si attende, un mercoledì sera inevitabilmente carico di tensioni, confida nella maturità dei giovani: “Saranno loro, dice in un comunicato, a stemperare i toni aspri della polemica innescata dal linguaggio usato dal vescovo.

E annuncia un rafforzamento dei controlli dell’Amministrazione Comunale edella Questura.

Articolo

Se voleva attirare l’attenzione della città su un problema vero, anche se circoscritto, ce l’ha fatta. se voleva essere di stimolo ai giovani perché si assumessero delle responsabilità personali e di gruppo nei confronti dei pochi incivili o più riottosi alle regole, ce l’ha fatta, se voleva che la città si destasse da un tendenziale torpore, c’è riuscito. Ha fatto arrabbiare molti, è vero, ha usato un linguaggio francamente oltraggioso per tanti bravi ragazzi, ma il dito sulla piaga ce l’ha messo lui Monsignor Negri, arcivescovo da tre mesi di Ferrara Comacchio, e forse questo era un compito che gli spettava, tuttavia adesso la patata bollente è passata a lui.

La città, infatti, ha reagito come meglio non avrebbe potuto: no ai recinti intorno ai monumenti, neppure se sacri, maggior controllo e, forse una piazza più illuminata, per i giovani, che, come scrive oggi in un comunicato Alessandro Balboni, organizzeranno domani sera una “postribolo night” spiritosa risposta al linguaggio dell’arcivescovo. Un linguaggio, dice il giovane Balboni, che non favorisce il dialogo. La postribolo night sarà una notte viva, in cui universitari rispettosi e civili metteranno cestini per la spazzatura, daranno indicazioni per i wc pubblici, faranno una raccolta fondi da destinare alla Lega Disabili, una dimostrazione sportiva e infine produrranno una documentazione fotografica della serata.

Purtroppo Il vescovo, par di capire, non ci sarà , ed è un peccato, perché avrebbe potuto in questa occasione far pace con i giovani ferraresi. Ma aveva impegni pregressi, dice il comunicato di oggi, per lui, inoltre, la faccenda è chiusa, la provocazione è riuscita, il sasso l’ha gettato, confida in una positiva conclusione della vicenda “movida” , grazie all’applicazione dei regolamenti comunali che già ci sono e a cui fa appello.

%CODE%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *