FERRARA NEL CUORE ROMPE IL GHIACCIO

Con San Giovanni in Persiceto arriva la prima vittoria

PGS
Prima partita in casa e primi punti messi in cassaforte per Ferrara nel Cuore, che venerdì sera si è imposta per 3-2 sulla Calanca Cesare di San Giovanni in Persiceto. Sono state due ore di emozione e tensione al Palacaneparo: proviamo a riassumerle.
Per Ferrara nel Cuore sono scese in campo Tamagnone, Legnani, Quaglia, Marconi, Avanzi, Amianti e Giuliati. I primi scambi tra Ferrara e la squadra ospite sono lunghissimi, presagio di un set molto combattuto. Se sulla prima metà del parziale è San Giovanni in Persiceto a tenere le redini del gioco, il sorpasso delle ferraresi sul tredici pari porta le bolognesi a subire per la seconda metà del set. Un piccolo momento di smarrimento di Giulia Tamagnone viene compensato dai due falli consecutivi fischiati alla palleggiatrice avversaria. Ferrara nel Cuore si porta a casa il primo set sul 25-23, con un buon punto di Legnani a muro che chiude la questione.
Le bolognesi di San Giovanni in Persiceto ripartono determinate a pareggiare i conti e coach Benini è costretto a chiamare il time out sull’1-7, dopo le prime difficoltà delle sue. Ilaria Caggio prova a ridare il ritmo con un buon muro, ma la concentrazione continua a calare sul campo biancazzurro. Coach Benini inserisce quindi Corradini in regia al posto di Tamagnone. Buono il muro a uno di Federica Corradini a pochi secondi dal suo ingresso, ma il favore viene subito restituito da una schiacciata su primo tocco delle bolognesi. San Giovanni in Persiceto si mantiene sempre in vantaggio di cinque punti, ma Ferrara non molla. Buona prestazione in attacco per Amianti e Marconi, ci sono ancora un po’ di problemi in difesa. Le bolognesi non mollano la presa e portano a casa il secondo set sul 17-25.
Tutto da rifare nel terzo set. Quasi invariato il roster delle ferraresi, ad esclusione di Barbara Tani entrata al posto di Ambra Marconi. Ancora una volta le due squadre si ritrovano a combattere punto a punto, ancora una volta sulla seconda metà del set Ferrara si impone, lasciando indietro la Calanca Cesare di tre punti. Buona partita di Valentina Giuliati, che sistema un paio di situazioni spinose nel corso del match. Costretto a chiamare time out l’allenatore delle bolognesi sul 18-13, che tornano a farsi sotto con un paio di punti ben piazzati. Finale di set molto teso, con le biancazzurre che hanno un ultimo problema di coordinazione in campo prima di chiudere il set, sul 25-21.
Ferrara apre il quarto set con buon mani fuori di Cristina Amianti, ma San Giovanni in Persiceto allunga subito, e coach Benini concede un po’ di risposo a Valentina Avanzi, rimettendo in campo Ambra Marconi. Sul 4-10 arriva il doppio cambio: Tamagnone al posto di Amianti e Ghiraldini al posto di Corradini, ma Ferrara nel Cuore non riesce ad uscire dal momento di difficoltà e sull’8-18 alle estensi vengono fischiati nel giro di pochi minuti due falli di formazione. Problemi arbitrali anche per le bolognesi: mentre il capitano si avvicina alla scrivania per chiedere la giusta formazione di campo, il primo arbitro chiama la ripresa del gioco, creando parecchia confusione. Sul 14-24 San Giovanni in Persiceto ha preso il largo e Giulia Tamagnone manda lunga la battuta, aprendo il sipario sul tie-break.
Sale la tensione, così come la paura di sbagliare. Ferrara nel Cuore ne approfitta, prima con Avanzi, poi con Marconi. Il muro a uno di Ilaria Caggio porta Ferrara sul 4-0. La Calanca Cesare si sblocca sul 5-1, ma le ferraresi non sono intenzionate a mollare. Il cambio campo arriva sull’8-2 per le ragazze di casa, un mani fuori della Marconi e il muro di Laura Legnani allungano ancora le distanze. Il time out sull’11-6 dà inizio alla piccola rimonta delle bolognesi, ma Ferrara chiude definitivamente sul 15-8.
Tabellino: Tamagnone 1; Legnani 7; Quaglia 3; Amianti 12; Marconi 13; Avanzi 12; Corradini 2; Tani 5; Ghiraldini; Caggio 10; Giuliati (L).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *