Ferrara piano festival: al via la terza edizione

AlessandroLanzoni
Alessandro Lanzoni

Due docenti di rango internazionale assoluto come Jeffrey Swann e Benedetto Lupo, allievi da tutto il mondo, sei tra concerti e masterclass a Palazzo Costabili e al Ridotto del Teatro Comunale “Claudio Abbado”.

Si conferma anche per il 2016 la formula di Ferrara Piano Festival, giunto quest’anno alla sua terza edizione, di nuovo ideata e organizzata da Simone Ferraresi, che da dieci anni risiede e insegna a New York, unanimemente riconosciuto come il miglior pianista espresso dalla nostra città.

Da domenica 3 a venerdì 15 luglio Ferrara Piano Festival sarà il fulcro della vita musicale ferrarese, caratterizzando l’estate musicale cittadina con una nuova serie di eventi di grande interesse per tutti gli appassionati di pianoforte, senza preclusioni di genere e stili: un recital del celebre pianista statunitense Jeffrey Swann dedicato al quarto centenario della morte di Shakespeare con musiche di Prokof’ev, Smetana Debussy e Liszt – alcuni degli autori prediletti nel suo vasto repertorio – e uno di Alessandro Lanzoni, giovanissima stella fiorentina del jazz italiano.

Simone Ferraresi
Simone Ferraresi

La storia di Ferrara Piano Festival nasce nel 2013: Simone Ferraresi fonda a New York un’associazione no profit, collegandosi a Ferrara all’Associazione Culturale Bald’anza presieduta da Valeria Borasio e al fascino degli spazi monumentali di Palazzo Costabili, meglio conosciuto dai ferraresi come Ludovico il Moro o Museo di Spina, da quest’anno diretto da Paola Desantis. A Mauro Vignolo, del comitato consultivo del Festival, va il merito di avere esteso l’organizzazione a Teatro Comunale, Conservatorio e Jazz Club Ferrara, costruendo così una rete di collaborazioni pienamente rappresentativa della cultura organizzativa cittadina.

Da martedì 5 a giovedì 7 e di nuovo da mercoledì 13 a venerdì 15 luglio, negli orari d’apertura del Museo di Spina, giovani pianisti di tutto il mondo allieteranno gli spazi di Palazzo Costabili con le note di pianoforti Fazioli, sponsor d’eccellenza di Ferrara Piano Festival. Domenica 3 e lunedì 11 luglio alle 21, il loggiato del Museo Archeologico Nazionale di via XX Settembre 122, ospiterà i recital di Jeffrey Swann e Alessandro Lanzoni, con ingresso a pagamento a posto unico 5 euro, in vendita a Palazzo Costabili la sera stessa dalle 20.30 a inizio concerto.

Jeffrey Swann
Jeffrey Swann

Giovedì 7 e venerdì 15 luglio alle 18.30 sarà il Ridotto del Teatro Comunale Claudio Abbado a proporre due concerti degli allievi di Jeffrey Swann e Benedetto Lupo: il 7 sarà la volta di Victoire Pruvost (Francia), Martin Cruzat (Cile), Rieko Makita (Giappone) e Susanna Braun (Svizzera) e l’italiano Francesco Zamorani; il 15 suoneranno invece il tedesco Elias Opferkuch e gli italiani Antonino Fiumara, Matteo Cardelli, Maddalena Giacopuzzi, Claudio Bonfiglio, Domenico Vitolo, Viviana Cilano e Silvia Carlin. L’ingresso per il pubblico è libero e i pomeriggi si concluderanno con rinfreschi offerti da Forno Ferrari e Garden Club, sostenitori di Ferrara Piano Festival assieme ad Hotel Carlton.

La missione principale di Ferrara Piano Festival è promuovere l’arte pianistica attraverso scambi internazionali di giovani tra l’Italia e altri paesi; nel fornire a pianisti di tutto il mondo l’opportunità di esibirsi durante il Festival, frequentare masterclass con docenti di fama internazionale ed essere ospiti di famiglie ferraresi, l’associazione vuole offrire loro una esperienza unica della cultura italiana. L’associazione Ferrara Piano Festival si propone di bandire a tal fine borse di studio, sia per frequentare le sue masterclass che per accedere a conservatori e accademie di musica all’estero. Info: www.ferrarapiano.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *