Ferrara: più investimenti, meno tasse

Comune

Il prossimo anno, il comune di Ferrara ridurrà le tasse ai cittadini, ma avrà comunque a disposizione un po’ più soldi da investire in opere pubbliche. E la sua politica di risanamento del bilancio lo classifica ai primi posti in Italia, secondo i dati pubblicati dal quotidiano economico Il sole 24ore.

In primo luogo, dice il quotidiano, il nostro comune otterrà un sostanzioso allentamento del patto di stabilità, il vincolo che impone a tutti gli enti pubblici grossi limiti agli investimenti. Dal prossimo anno questi vincoli saranno calcolati non più sui bilanci del triennio 2007-2009, ma su quelli del triennio 2009-2011. In questo triennio il comune di Ferrara aveva già avviato una politica di risanamento del bilancio e di riduzione della spesa corrente: morale, il comportamento virtuoso tenuto in quegli anni frutterà una riduzione dei vincoli legati al patto di stabilità del 20%. Soldi in più da investire.

Non è tutto: le scelte legate al bilancio di previsione 2014 fanno sì che Ferrara sia il comune italiano – Bolzano escluso – con la più bassa tassazione locale, in termini di IMU e di addizionale Irpef. Il prelievo locale passa, nel 2014, da 13 a 11 milioni di euro.

%CODE%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *