Ferrara premia la cittadinanza responsabile e pacifica

09 festa legalitàLa mafia e le infiltrazioni della criminalità organizzata sono più vicine a Ferrara di quello che si pensa. Per questo bisogna essere consapevoli e adottare comportamenti virtuosi.

E’ questo lo spirito che accompagnerà la Festa della legalità e della responsabilità presentata in mattinata in Municipio a Ferrara. Dal 3 al 6 ottobre tornano gli incontri e la serie di appuntamenti che da quattro anni riempiono i primi giorni dell’autunno ferrarese.

Il tema della responsabilità, oltre che legalità, proposto da Don Ciotti durante la prima edizione, sottolinea lo stretto rapporto tra il comportamento virtuoso dei cittadini e la lotta alla criminalità organizzata.

Quest’anno, in particolare si è scelto di puntare lo sguardo su temi molto attuali partendo dal ruolo delle donne nella lotta alla mafia, all’immigrazione spesso controllata dalla criminalità fino alla valorizzazione dell’impegno eroico di persone comuni, attraverso il Premio Cittadinanza Responsabile.

La rassegna si apre in Sala Estense giovedì alle 21 con un concerto tributo a Fabrizio De Andrè. Nel corso della serata ci sarà la consegna del Premio Cittadinanza Responsabile allo studente, Lorenzo Arivella, che la scorsa primavera ha salvato la vita ad una signora gettandosi nel fiume per prestarle soccorso.

%CODE%

PROGRAMMA

GIOVEDÌ 3 OTTOBRE h 21

Concerto tributo a Fabrizio De Andrè a cura del gruppo musicale “Minuscoli frammenti della fatica della natura”- nel corso della serata Consegna del Premio Cittadinanza Responsabile (istituito nel 2011 dal Comune di Ferrara – viene assegnato ogni anno a cittadini che si sono contraddistinti per particolari virtù civiche)

luogo: Sala Estense – piazza Municipale

VENERDÌ 4 OTTOBRE h 18,30

Inaugurazione della mostra fotografica “Stranded in Castelvolturno. Storie di camorra e migrazione” a cura di Filippo Massellani, fotografo professionista, lavora per diverse testate nazionali ed internazionali, tra cui The New York Times, International Herald Tribune, Vanity Fair, Newsweek e le Monde

luogo: Salone d’Onore Municipio

VENERDÌ 4 OTTOBRE h 21

Racconti da una terra di camorra. Incontro e dibattito con Padre Giorgio Poletti missionario comboniano a Castelvolturno.

In collaborazione con i gruppo scout Agesci di Ferrara 6.

luogo: Sala polivalente del Grattacielo -viale Cavour 189

SABATO 5 OTTOBRE h 18,30

Consegna del Premio “Ferrara Città per la Pace”. Incontro con le Sindache anti-mafia. Giuseppina Nicolini, Sindaca di Isola di Lampedusa e Linosa, Maria Carmela Lanzetta, già Sindaca del Comune di Monasterace (RC), Elisabetta Tripodi, Sindaca del Comune di Rosarno (RC), Carolina Girasole, già Sindaca del Comune di Isola Capo Rizzuto (KR), premiate con il riconoscimento “Ferrara Città per la Pace”, raccontano la loro vita spesa contro le mafie. Insieme a loro saranno premiate anche la testimone di giustizia Denise Cosco e la collaboratrice di giustizia Giuseppina Pesce (assenti alla cerimonia).

In collaborazione con: Presidenza Consiglio Comunale, U.O. Manifestazioni Culturali e Turismo. Politiche per la pace, Centro di Mediazione; in collaborazione con “Premio Internazionale Daniele Po”

luogo: Sala Consiglio Comunale

DOMENICA 6 OTTOBRE dalle h 17,30

Immigrazione e Legalità. Quando il senso civico viene da lontano.

Incontro sul rapporto tra immigrazione e legalità con testimonianze di addetti ai servizi e cittadini stranieri protagonisti di percorsi virtuosi sul territorio ferrarese.

Interverrano: Chiara Sapigni – Assessore alla Sanità, Servizi alla Persona ed Immigrazione; Francesco Camisotti – Responsabile Sportello per il Diritto di Asilo del Centro Servizi Integrati per l’Immigrazione; Cecilia Caselli – Volontaria Ass. Nadiya; Aboubakar Traore – Rifugiato Politico, allenatore vivaio calcistico Acli S. Luca

A seguire: aperitivo, musica e buffet con danze dal mondo

luogo: Camelot Cafè, parco Urbano (in caso di maltempo l’iniziativa si svolgerà presso il Centro di Promozione Sociale “Il Parco”, Via Canapa, 4)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.