Ferrara: sale il numero dei reati

macchine-forze-ordine

Nonostante un più 4,14 per cento per quanto riguarda i reati denunciati in rapporto alla popolazione, tra 2011 e 2012, la provincia di Ferrara conserva una posizione invidiabile, la 25esima, nella mappa della criminalità tracciata nel suo consueto report, da Il Sole 24 Ore, che registra un aumento complessivo dell’1,3 per cento.

In Emilia Romagna fanno meglio di Ferrara, solo Forlì-Cesena e Piacenza, mentre nella top ten figurano Rimini, al secondo posto, Bologna al terzo e Ravenna all’ottavo.

A guidare questa ben poco lusinghiera classifica è Milano con 257.988 reati denunciati, calati per altro rispetto all’indagine precedente, del 2,3 per cento.

Nel dettaglio, Bologna paga la sua posizione di classifica, in particolare, per il numero di truffe e frodi informatiche, Rimini per gli scippi e Ravenna per i furti in abitazione. Ma alte sono comunque le percentuali, per le tre province emilianoromagnole, anche relativamente ad altri reati, dai furti con destrezza alle rapine.

E mentre escono questi numeri, il Ministero dell’Interno annuncia una serie di misure destinate a restituire maggiore sicurezza ai cittadini, soprattutto abbassando quella percezione, non sempre corrispondente alla realtà, di insicurezza nei centri urbani.

Da sottolineare anche che, per quanto riguarda Rimini, lo stesso Sole 24 ore ricorda come sui dati emersi dal rapporto, pesa l’aumento della popolazione durante i mesi estivi, a causa naturalmente dei flussi turistici che caratterizzano il territorio.

%CODE%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *