Ferrara: sequestrata e picchiata dall’ex, liberata dai Carabinieri che arrestano l’uomo

Un 27 enne autotrasportatore ucraino, U.M. residente in città a Ferrara, è stato arrestato dai carabinieri per sequestro di persona

Il giovane e la sua ex convivente, una coetanea connazionale, sabato 23 aprile avevano deciso di recarsi in una discoteca di Firenze. Alla fine della serata l’uomo, secondo quanto riferito dalla vittima, ha fatto una scenata di gelosia alla ventisettenne e, dopo averla percossa, l’ha caricava in auto per riportarla a Ferrara. Il giovane, anzichéricondurla a casa, l’ha portata nel suo appartamento dove l’ha tratteneva contro la sua volontà. Nella notte la ragazza è stata ripetutamente minacciata di morte e costretta a rimanere in camera da letto, terrorizzata da ciò che poteva accaderle.

La mattina di domenica 24 aprile, approfittando di un momento di distrazione dell’uomo, la giovane èriuscita con un  telefono cellulare, a chiamare il numero di emergenza 112 dei Carabinieri, informandoli di quanto stava accadendo, salvo poi essere sorpresa dal connazionale che le strappava il telefono iniziando a colpirla con calci e pugni.

La centrale operativa inviava immediatamente sul posto personale della Stazione di Ferrara Capoluogo che riusciva a liberare e soccorrere la ragazza ed arrestare l’ex compagno, configurando l’ipotesi dei reati di sequestro di persona e lesioni personali. La vittima veniva poi affidata alle cure dei sanitari del 118 intervenuti, che provvedevano al suo trasferimento all’ospedale di Cona per le cure mediche del caso. L’arrestato, al termine delle formalità di rito, veniva ristretto presso la locale casa circondariale ove rimaneva a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Questa mattina 28 aprile il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Ferrara convalidava l’arresto, eseguito per sequestro di persona, ed ordinava la liberazione dell’imputato, al quale, in attesa del processo, applicava la misura cautelare del divieto di avvicinamento alla vittima.

Si informano i cittadini che l’Arma dei Carabinieri, oltre ad esprimere servizi di pattuglia su tutto il territorio provinciale nell’arco delle 24 ore, dispone anche di personale professionalmente formato per intervenire nei reati di violenza di genere e/o contro le fasce deboli. Il numero di emergenza 112 dei Carabinieri è raggiungibile da qualsiasi utenza telefonica, sia fissa che mobile, anche senza credito e senza sim card inserita nell’apparecchio, e può essere contattata per segnalare qualsiasi situazione di pericolo, necessità o emergenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.