Ferrara, Sindaco Alan Fabbri: “Pronti a sperimentare concerti senza distanziamenti”

Ferrara è pronta a sperimentare il ritorno di concerti ed eventi in presenza, senza distanziamenti. Il tutto con le misure di sicurezza sanitaria necessarie e basandosi sul modello già sperimentato a Barcellona. A renderlo noto è il sindaco Alan Fabbri che in questi giorni si è confrontato con il sottosegretario alla Cultura Lucia Borgonzoni, delegata a imprese creative e alla promozione di quelle giovanili nel mondo della cultura, al Comint e all’Unesco.

Il primo cittadino fa riferimento, ovviamente, al concerto al Palau Sant Jordi di Barcellona del 27 marzo, con quasi 5mila persone senza distanziamenti, ma anche all’evento finanziato dal governo olandese, tenutosi ad Amsterdam, alla presenza di 1.500 giovani.

“Coinvolgeremo l’Università di Ferrara e metteremo a sistema le professionalità e le competenze ferraresi, le esperienze da noi maturate sugli eventi in presenza, e in sicurezza”, dichiara Fabbri che ricorda anche il protocollo “Movida sicura” messo in campo l’anno scorso, monitorando gli accessi delle persone presenti.

“Il procedere della campagna vaccinale, lo studio di nuove forme (come il green pass) per aprire al turismo estero, l’approssimarsi della stagione estiva” – conclude il sindaco – “sono elementi che possono consentire di studiare nuove forme di aperture che ‘avvicinino’ – nel vero senso della parola – le persone, secondo il criterio – rimarcato dal Presidente Draghi – del ‘rischio ragionato'”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *