“Ferrara sotto le stelle”, primo nome per l’estate: The National

THE NATIONAL

Reduci dall’enorme successo dell’ultimo bellissimo album “Trouble will find me”, uscito nel 2013 per la 4AD, che è valso al quintetto anche la nomination ai Grammy Award come Best Alternative Album 2013, la band di stanza a New York guidata da Matt Berninger torna a Ferrara dopo il concerto sold-out di tre anni fa.

“Trouble will find me”, sesto album del quintetto americano, ha consacrato definitivamente la band come una delle formazioni rock più importanti ed influenti del panorama contemporaneo.

THE NATIONAL si sono formati nel 1999, quando Aaron Dessner (guitars, bass, piano), Bryce Dessner (guitar), Scott Devendorf (guitar; bass), Bryan Devendorf (drums) e Matt Berninger (vocals), si sono ritrovati dopo essersi trasferiti a Brooklyn, NY, dall’Ohio.
Sin dagli esordi THE NATIONAL hanno ottenuto il favore e l’approvazione della critica internazionale ma è stato solo nel 2005, con il bellissimo ALLIGATOR, uno degli album indipendenti più amati del 2005, definito da UNCUT un vero e proprio capolavoro, che il gruppo è stato scoperto e apprezzato da un pubblico più vasto, grazie anche a memorabili performance dal vivo.

E così nel tempo, è cresciuto intorno ai National un numero sempre maggiore di ammiratori e un culto che non si vedeva da molti anni.
BOXER (2007) arrivato a due anni di distanza, contiene brani ormai considerati degli assoluti classici come Fake Empire, Mistaken For Strangers e Start A War ed ha trasformato la band da stella dell’underground a vera e propria Istituzione del rock. Nel 2010 è uscito per la 4AD HIGH VIOLET che ha portato alla band il successo globale sia dal punto di vista commerciale che della critica musicale.

Negli album dei National ci sono echi che rimandano a Leonard Cohen, Nick Cave, The Smiths e Tom Waits, ma il pedigree del gruppo sta divenendo sempre più difficile da tracciare e alla fine il suono di The National somiglia soltanto a se stesso: un boato meditativo che inizia nel cuore, viene catturato nel cervello e risuona all’esterno. A due anni di distanza arriva il nuovo bellissimo album “TROUBLE WILL FIND ME”.

Si tratta del sesto album in studio per la band di Brooklyn. L’album è la raccolta di brani più audace prodotta dai National nei 15 anni della loro carriera. In un’intervista con la rivista britannica UNCUT, il frontman Matt Berninger ha descritto le canzoni come più immediate e viscerali rispetto ai loro lavori precedenti.
I risultati sono allo stesso tempo innovativi e stranamente familiari, il culmine di un percorso artistico che ha portato The National davanti a un nuovo orizzonte e, in un certo senso, di nuovo al loro inizi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *