Ferrara, come sta cambianto il quartiere fieristico – VIDEO

Ecco come sta cambiando il Quartiere Fieristico di Ferrara dove, da circa un anno, si stanno eseguendo lavori di modifiche strutturali e di migliorìe che daranno una nuova veste alla struttura. Un quartiere che sarà legato indissolubilmente alla riqualificazione dell’ex Palaspecchi e dell’ex Casa del Pellegrino, attualmente vuota.

 

 

Dal cambio dei pannelli di tamponamento, al rinforzo dei pilastri e delle strutture di sostegno. Dal montaggio dei tiranti per la tenuta statica, al completamento rifacimento dell’impianto antincendio e rilevazioni fumi. E poi ancora una nuova porta d’ingresso, bagni totalmente rinnovati come anche i pavimento dell’atrio e quello esterno fronte fiera.

Sono i lavori di riqualificazione già eseguiti al quartiere fieristico di Ferrara, visibili anche all’esterno grazie ad una nuova struttura architettonica costituita da pannelli di color marron/arancio montati in maniera particolare su tutto il perimetro della fiera.

Modifiche strutturali e migliorìe che rientrano nel piano di adeguamento antisismico finanziato dalla Regione Emilia-Romagna. Lavori eseguiti sull’intera area coperta di FerraraFiere, pari a 16mila metri quadrati, suddivisi in sei padiglioni.

Il lavori del nuovo restayling, iniziati nella primavere del 2017 si fermano solo in occasione degli eventi ospitati dalla struttura

In questo week end, a FerraraFiere, si è tenuta la tre giorni di un team building (la costruzione di un gruppo di una rete di vendita) che ha portato al quartiere fieristico circa 1.500 persone provenienti da tutta Italia. Mentre già dalla prossima settimana i padiglioni della Fiera ospiteranno, come già successo in passato, i test di accesso per alcune facoltà dell’Università di Ferrara.

Un Quartiere, quello fieristico, in cerca di una nuova identità che sarà di certo legata indissolubilmente sia alla riqualificazione dell’ex Palaspecchi, sia al futuro dell’ex Casa del Pellegrino, attualmente vuoto, dopo il trasloco, a Cona, dell’ospedale S.Giorgio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *