Ferrara, tassa soggiorno: via libera al Regolamento comunale

turistiSarà destinata a finanziare interventi comunali per il turismo e per la manutenzione dei beni culturali e ambientali, oltre che per i servizi pubblici locali, l’imposta di soggiorno che dall’1 giugno prossimo sarà in vigore per gli ospiti delle strutture ricettive del territorio comunale. A prevederlo è il Regolamento che ha ottenuto oggi il via libera della Giunta e che proseguirà ora il suo iter con il  passaggio alla Commissione consiliare competente e l’approdo in Consiglio comunale, dopo le consultazioni con le associazioni di categoria.

L’imposta dovrà essere corrisposta per ogni pernottamento, fino a un massimo di dieci consecutivi nella stessa struttura, e sarà commisurata alla tipologia e classificazione (in ‘stelle’, ‘soli’, ‘spighe’, ecc) delle strutture, con importi che saranno stabiliti da un nuovo provvedimento di Giunta.

Saranno esenti dal pagamento, tra gli altri, i minori fino al compimento del dodicesimo anno d’età, i ricoverati in strutture sanitarie del territorio e i loro accompagnatori, gli autisti di pullman e gli accompagnatori turistici di gruppi organizzati in visita alla città e gli appartenenti alle forze di polizia in servizio.

L’introduzione dell’imposta è stata decisa dall’Amministrazione comunale, a seguito delle recenti riduzioni di trasferimenti statali, per garantire il mantenimento e il miglioramento dei servizi alla città e per investire nella conservazione del patrimonio monumentale e nell’organizzazione di eventi culturali in grado di incentivare gli afflussi turistici verso Ferrara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.