Ferrara verso l’Azienda Sanitaria Universitaria. Il progetto di unificazione presentato in Ctss

Non una fusione ma la costituzione di una nuova Azienda Sanitaria Universitaria. E’ il progetto presentato ai sindaci e agli amministratori locali in Conferenza Territoriale Socio Sanitaria del futuro delle due aziende, Arcispedale S.Anna e Azienda Usl Ferrara che nel giugno 2022 diventeranno un’unica entità.

Il documento è stato illustrato da Monica Calamai, Direttore Generale dell’Azienda Usl e Paola Bardasi, Commissario Straordinario dell’Azienda Ospedaliero-Universtiaria S.Anna che hanno messo in risalto come l’unificazione passerà anche attraverso l’arrivo dei fondi del PNRR che ridisegnerà l’assetto dei servizi del territorio.

Sarà una sanità che, a differenza del passato quando si guardava alla malattia, in futuro sarà orientata alla salute, con il miglioramento dell’assistenza primaria e territoriale e con le Case della Comunità (ex Case della Salute) che faranno da catalizzatori dell’arrivo dei fondi del Pnrr

Nel documento per l’ospedale S.Anna di Cona sono stati individuati 6 assi di sviluppo futuro sui quali puntare: dalla chirurgia robotica alla piastra di biologia molecolare, dalle metodologie per la ricerca alla medicina di genere e di equità, dalla riabilitazione alle nuove competenze professionali.

“Con un’Azienda unica cadono i muri” spiega Monica Calamai. I professionisti che vorranno sviluppare competenze potranno ruotare nei vari ospedali all’interno dell’azienda unica che faciliterà i percorsi. E la presenza dell’Università porterà a percorsi nuovi, con nuove specialità da sviluppare nella rete” sottolineano Bardasi e Calamai

Il modello organizzativo di riferimento è quello dipartimentale che deve però essere pienamente coerente con lo sviluppo delle reti assistenziali cliniche, anche a valenza territoriale, con l’adozione del PDTA. I primi passi verso l’unificazione sono già stati fatti con un budget 2021 condiviso, per la prima volta, delle due aziende, oltre alla formazione di una cabina di regia interaziendale covid-19

Il documento di 134 pagine è stato votato a maggioranza da tutti i comuni presenti in Ctss, ma con il voto contrario del comune di Lagosanto, ed ora arriverà ora in Regione per essere deliberato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *