Festa della polizia, il questore: “Massimo impegno per la Gad, ma con questi mezzi non possiamo fare di più”

Festa PoliziaSicurezza alla Gad ma anche un riconoscimento a un cittadino nigeriano che lanciò per primo l’allarme dopo che un commando entrò alla Media World per fare una rapina. Sono i temi al centro del discorso del questore Antonio Sbordone che oggi ha tenuto la Festa della Polizia nel cortile di Palazzo Camerini.

Paul Ehibhatiomhan è un cittadino che viene dalla Nigeria. Ha 44 anni ed è lui la persona che il 15 dicembre scorso, quando un commando di rapinatori entrò dentro alla Media World lanciò per primo l’allarme alla polizia di stato che arrivò in men che non si dica e in quel modo scongiurò il peggio.

Oggi Paul per il comportamento tenuto ha ricevuto dal questore di Ferrara, Antonio Sbordone un riconoscimento nel corso della cerimonia per i festeggiamenti del 164° anniversario della Fondazione della Polizia.

La sicurezza della città ma sopratutto quella del quartiere Gad infatti è stato il tema centrale del discorso fatto dal questore nel corso della cerimonia, davanti a tutte le autorità locali. Azioni di repressione del crimine che tuttavia – ha detto il questore – più di così non possono aumentate, visto l’attuale disposizione dei mezzi.

La sicurezza della cittadinanza e dei giovani, sopratutto dai rischi della droga, sempre più diffusa, sempre più venduta nelle vie e nei giardini della Gad è stato infatti il tema centrale dell’intervento di Sbordone …

Sbordone non ha poi dimenticato il caso dell’omicidio di Pierluig Tartari. “Una ferita per la collettività nonostante il caso sia stato risolto” ha dichiarato ancora Sbordone .

E che ci sia stata una forte collaborazione fra investigatori e famiglia lo ha dimostrato il lungo abbraccio che ai margini della cerimonia si è tenuto fra gli uomini della squadra mobile, che per giorni hanno indagato alla ricerca degli assassini e del corpo della vittima, e il fratello di Tartari, Marco.

La cerimonia poi è proseguita con i riconoscimenti agli uomini della polizia che per diverse ragioni si sono distinti nella loro attività di poliziotti.

Si aggiunge anche un riconoscimento particolare alla mamma, Giorgia Puricelli del poliziotto scomparso, Franco Carpanelli.

Il questore a margine della cerimonia, ai microfoni di Telestense, spiega poi cosa serve per riportare sicurezza e legalità alla Gad.

Sbordone infatti annuncia che da parte sua ci sarà l’impegno di attuare un modello dove oltre alle attività operative delle forze dell’ordine serve anche una collaborazione della società civile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *