Fiab: “Sì al museo della bicicletta”

bici-incidenti

Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

In questi giorni si è tornati a parlare di museo della bicicletta con interventi autorevoli come quello dell’onorevole Alessandro Bratti.

Noi Amici della bicicletta è da almeno un decennio che ne parliamo e che bussiamo a tutte le porte perché si realizzi. Ora, finalmente, sembra intravvedersi una possibilità di realizzazione. Siamo i primi, dunque, ad esultare ed esprimere il nostro sostegno al progetto.

Avevamo anche individuato una sede che pensavamo essere ideale, anni fa, ma il terremoto ha cancellato questa strada per i costi di ristrutturazione: Porta Paola, porta d’ingresso alla città su un importante asse viario. Ora sembra profilarsi l’ipotesi dell’imbarcadero del Castello. Ben venga! Vorremmo solo avanzare delle proposte.

Crediamo che se fosse soltanto un percorso espositivo di modelli di bici storiche sarebbe ben poca cosa per la cultura della bicicletta che Ferrara può vantare. Proprio perché la bici è cultura, è sapere, è costume, è mobilità sostenibile, crediamo che il museo della bicicletta debba essere anche un centro di documentazione sulla storia della bicicletta, un centro di documentazione su tutto ciò che riguarda la mobilità sostenibile, magari dotato di tecnologie multimediali perché sia un luogo di riflessione e accattivante soprattutto per i giovani. Altrimenti rischia di essere un’esposizione senza nessuna specificità che lo caratterizzi come potrebbe essere in qualsiasi altro luogo non necessariamente “città delle biciclette”.

Fiab Onlus, Ecf e Amici della bicicletta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *