Fiera di Ferrara centro della campagna vaccinale al via da metà febbraio: 3400 persone al giorno 7 giorni su 7

Sarà il padiglione 6 della Fiera di Ferrara il ‘quartier generale’ della campagna delle vaccinazioni nel territorio ferrarese. Le somministrazioni potranno così contare su maxi spazi di 2.750 metri quadrati. Si parte a metà febbraio, fino a luglio. L’allestimento inizierà lunedì mattina. La scelta della sede è stata condivisa nel corso di un vertice tra l’Amministrazione comunale, rappresentata dall’assessore Angela Travagli, il presidente dell’ente fieristico Andrea Moretti e la dirigenza dell’Azienda sanitaria locale.

Per l’utilizzo degli spazi e l’organizzazione ‘logistica’ saranno sottoscritte dalle parti direttamente coinvolte specifiche convenzioni. E convenzioni sono previste anche con Ferrara tua, per la gestione dei parcheggi (aree sosta saranno riservate a persone con disabilità, carico e scarico e sosta veloce), e Tper, che metterà a disposizione servizi bus e navetta dedicati.

Nel gruppo di lavoro che ha elaborato il progetto è inserito anche il servizio tecnico del Comune che – alla luce della prevista affluenza sul padiglione 6 – ridisegnerà parzialmente la viabilità della zona. Il transito da organizzare sarà infatti imponente. I numeri previsti stimano l’accesso di 1.700 persone ogni giorno, per 12 ore al giorno, sette giorni su sette.

Poiché è previsto che ogni persona sia accompagnata, i flussi sono da considerarsi raddoppiati. Ad avere la priorità nella somministrazione dei vaccini saranno gli ultra-ottantenni, le forze dell’ordine e gli insegnanti.
La fiera di Ferrara sarà il cuore di una rete, punto di riferimento del distretto centro-nord, che potrà contare su altri 5 punti per le vaccinazioni, anche ad Argenta, Cento, Codigoro, oltre alle Case della Salute di Bondeno e Comacchio.

 

One thought on “Fiera di Ferrara centro della campagna vaccinale al via da metà febbraio: 3400 persone al giorno 7 giorni su 7

  • 01/02/2021 in 9:51
    Permalink

    Buongiorno.
    Innanzi tutto grazie per le vostre pubblicazioni.
    Apprendo da un vostro articolo pubblicato il 28/01 che la campagna vaccinale a Ferrara è al via da metà Febbraio con 3400 persone al giorno.
    Mi soffermo in particole modo sull’argomento priorità: “Ad avere la priorità nella somministrazione dei vaccini saranno gli ultra-ottantenni, le forze dell’ordine e gli insegnanti”.
    Forse è un errore di pubblicazione ?
    Nulla da dire sugli ultra ottantenni che devono obbligatoriamente essere vaccinati con Pfizer o Moderna, ma per la maggior parte delle forze dell’ordine ed gli insegnanti non appartengono alla categoria degli over 60 anni.
    Spero che i vaccini Pfizer / Moderna che arrivano e arriveranno in quantità limitata siano utilizzati per gli over 60 e che le due categorie da voi menzionate sia vaccinate con AstraZeneca, al contrario si andrebbe ad utilizzare tipologie di vaccini che potrebbero essere utili e salvavita soprattutto per persone anziane (Over 60) e fragili.
    A mio parere sarebbe opportuno da parte vostra chiarire l’argomento.
    Grazie ed un cordiale saluto.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *