Picchia la madre: 50enne arrestato

questura

Una situazione insostenibile, un figlio, che per il Tribunale di Ferrara, non poteva più avvicinarsi alla madre.

Ma l’uomo, un 50enne di origini bolognesi ma residente a Ferrara, avrebbe violato ripetutamente queste disposizioni che gli imponevano l’allontanamento dalla casa e di non frequentare i luoghi in cui c’era la madre.

Questa famiglia ha una storia difficile: il figlio, arrestato ieri dalla Polizia di Stato, avrebbe dei problemi di tossicodipendenza e negli ultimi mesi avrebbe maltrattato, minacciato e picchiato la madre. Nel dicembre del 2016, secondo la Polizia, il figlio avrebbe colpito la madre con pugni al torace e calci, in più occasioni, provocandole fratture multiple; nel febbraio 2017, invece, l’avrebbe schiaffeggiata ripetutamente tanto che la madre si sarebbe rifugiata a casa della sorella.

Con l’ordinanza emessa dal Tribunale, il 6 marzo scorso, l’uomo fu allontanato dalla casa familiare e poi scattò il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla madre. Ma poi, il figlio, sarebbe rientrato in casa, violando l’ordinanza, e la madre avrebbe tentato di aiutarlo nel risolvere i problemi di tossicodipendenza. Ma un mese dopo, dall’aprile del 2017, il figlio avrebbe ripreso i comportamenti aggressivi e i maltrattamenti nei confronti della mamma, abbandonando così il programma di recupero.

Il figlio avrebbe speso, poi, tutta la pensione della mamma per acquistare sostanze stupefacenti: inoltre l’avrebbe offesa, schiaffeggiata e percossa, rifiutando ogni terapia. Per tutti questi motivi, il Tribunale ha deciso di sostituire il provvedimento di allontanamento con quello della custodia cautelare in carcere, eseguita dalla Squadra Mobile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *