Finale Emilia, nell’epicentro del sisma

Più di 4mila richieste di sopralluogo, l’80% di agibilità nelle abitazioni che si trovano al di fuori della zona rossa che, come a Mirandola, dovrà essere praticamente ricostruita.

Metà Finale Emilia, uno tra i comuni più colpiti dal sisma, è da controllare. In centro storico sono stati riaperte Via Trento Trieste e Piazza Garibaldi, ma sono ancora sfollate. Sono circa duemila i finalesi che vivono nelle tende, ma negli ultimi giorni, dopo l’annuncio della Commissione Grandi Rischi, si è registrato un ulteriore sfollamento.

La scossa del 20 maggio ha causato gravissimi danni anche al patrimonio artistico: il crollo della Torre dei modenesi, di buona parte della Rocca, di Palazzo Veneziani e della parte superiore del duomo.

Per ricostruire servono fondi. Per questo il comune di Finale Emilia ha aperto un conto corrente. Sos Emergenza Terremoto IBAN IT 82 E 06115 66750 000000 133314-  SWIFT: CRCEIT2C

[flv image=”https://www.telestense.it/wp-content/uploads/2012/06/finale-vid.jpeg”]rtmp://telestense.vod.weebo.it/vodservice/20120613_03.flv[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *