Fiscaglia, bilancio di previsione in consiglio. Giunta in crisi?

sindaco

In queste ore si sta decidendo il destino della prima giunta del nuovo comune di Fiscaglia. Sarà la votazione del bilancio di previsione la ‘prova del nove’ per la squadra del sindaco Sabina Mucchi.

Sarà il documento economico di previsione la prova più dura da superare per la giunta, formata appena sei mesi fa, del Comune di Fiscaglia. Nato dopo la fusione dei tre comuni di Massa Fiscaglia, Migliaro e Migliarino, il nuovo ente è guidato dal sindaco Sabina Mucchi che in queste ore sta cercando di ricompattare la sua maggioranza. Un problema nato dopo l’abbandono, a novembre, del vicesindaco Roberto Manzoli e della consigliera Stefania Orlandini, entrambi confluiti in un gruppo misto.

Nell’ultimo consiglio comunale, lo scorso 10 dicembre, erano stati sospesi 5 punti all’ordine del giorno inerenti l’approvazione del bilancio di previsione del nuovo comune. Manzoli, capogruppo del gruppo misto, aveva avanzato “la possibilità di un’incompatibilità al voto da parte del sindaco, Sabina Mucchi, in quanto dipendente, in ambito educativo (ora in aspettativa non retribuita) della cooperativa Le Pagine, che gestisce i servizi bibliotecario” Ma al momento, spiegano i legali del primo cittadino, “non vi sarebbe alcuna incompatibilità, perché quello proposto al consiglio è un documento di programmazione”.

Con la ridiscussione esclusivamente al bilancio di previsione la maggioranza dovrà quindi far tornare i conti: oltre al parere favorevole del sindaco in consiglio si potranno contare i voti dei sei consiglieri di Fiscaglia Futura. Voti contrari dovrebbero arrivare dal Gruppo Misto, Movimento 5 Stelle e Progetto Fiscaglia. In pratica sette di maggioranza contro i sei dell’opposizione. Un votazione insomma al fotofinish.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.