Logonovo, 50enne di Comacchio denunciato dalla forestale

E’ un’opera realizzata senza permessi ma sopratutto così com’è, per la presenza del pontone di collegamento, il rischio è che le sponde del canale Logonovo dove è stata realizzata, sulla sponda sinistra, in località Lido Estensi, compromettano la sicurezza delle sponde stesse del canale che separa Estensi da Spina.

Per quest’opera, un 50enne di Comacchio, F. G. le iniziali, è stato denunciato dai carabinieri della stazione forestale di Comacchio.

Questo controllo fa parte di un’operazione che i carabinieri della nostra provincia, a seguito di un tavolo sulla sicurezza tenuta dal prefetto Michele Campanaro, hanno condotto nelle ultime 24 ore su tutto il territorio provinciale, avvalendosi anche di unità straordinarie messe a disposzione dalla stessa Arma.

I controlli infatti hanno portato anche a due arresti di due cittadini romeni che stanotte, verso le 3, a seguito di un controllo dei militari, effettuato sulla Romea, in località Collinara, hanno trovato i due stranieri che viaggiavano a bordo di un van con i documenti falsi. Nel tentativo di riuscire a cavarsela dal controllo uno dei due ha consegnato il documento a un militare con all’interno una banconota da 50 euro. Per loro è scattato così l’arresto per istigazione alla corruzione e falsità ideologica.

Sempre sulla Romea poco prima, a seguito di un altro controllo, i militari hanno scoperto un altro romeno che aveva documenti di dubbia regolarità che era stato colpito tempo fa da un’esecuzione di carcerazione emesso dalle autorità romane e per questo è stato arrestato. A Cento, invece, un albanese di 31 anni, è stato fermato e controllato ed è risultato colpito da un decreto di espulsione, poi eseguito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *