Fox Bompani, Fiom-Cgil: “Stato di agitazione e iniziative di sciopero”

Bompani“Tra la narrazione e la realtà c’è una differenza importante.Le lavoratrici e i lavoratori della Fox Bompani in questi anni hanno lavorato con serietà e grande senso di responsabilità in condizioni spesso molto critiche per garantire la continuità dell’azienda: criticità nell’ambiente di lavoro, criticità nelle temperature nello stabilimento, criticità sulle linee di montaggio, criticità degli impianti. Il tutto con la disponibilità anche a raggiungere accordi sindacali che hanno pure inciso sul loro salario con quella che si è poi rivelata solo promessa di investimentiproduttivi.

“Da ultimo, come ricordato anche dalla Proprietà a mezzo stampa, la responsabilità dei lavoratori ha portato a raggiungere un accordo sulla gestione scaglionata delle ferie nel periodo estivo, quando la partenza dell’ Azienda era quella di riconoscere la fruizione delle ferie in periodi successivi.Oggi però lo scontro si riapre.L ’impegno dell’azienda a garantire, con ritardo di circa un anno, entro il corrente mese di luglio per il reparto montaggio e di agosto per gli altri reparti l’apertura dei cupolini sulla copertura del tetto si è incagliata nei contratti con le ditte esterne … Risultato: i lavoratori continueranno, chissà ancora per quanto, a patire temperature molto elevate con ritmi di lavoro importanti, che l’uso delle mascherine, dato il contesto di emergenza sanitaria, non potrà che aggravare. A fronte dell’accordo raggiunto sulle ferie l’ Azienda darebbe indicazione di limitare l’autorizzazione al riconoscimento di eventuali permessi, arrivando anche al rischio di mettere in discussione lanormale fruizione dei permessi l.104.

“Ma il punto più grave di tutti è la messa in discussione della contrattazione aziendale e del salario aziendale. L ’ Azienda ai nuovi assunti ha di fatto riconosciuto un salario di ingresso. Le voci di premio consolidato contrattate nei decenni precedenti a suon di lotte e scioperi sono state accorpate in un’unica voce a titolo di superminimo assorbibile. Questa discussione era già stata oggetto di scontro nel 2019, arrivando poi con la discussione sindacale a ripristinare la condizione prevista dalla contrattazione aziendale.

“Oggi, invece, l’Azienda sceglie di riaprire lo scontro con azioni preliminari chiare, che hanno come obiettivo evidente di arrivare alla messa in discussione della contrattazione aziendale per la totalità dei lavoratori.

“Gli impegni presi vanno mantenuti. I contratti vanno rispettati. E questo deve essere definito con l’ Azienda. Per questo motivo la FIOM e la RSU a fronte del mandato ricevuto in assemblea proclamano la APERTURA DELLO STATO DI AGITAZIONE E DELLE INIZIATIVE DI SCIOPERO che di volta in volta verranno decise e comunicate”

FIOM Ferrara – RSU FOX

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *