FRUVIT: altro stop

Libertas Simagas – G.S.Fruvit 3-1 (18-25, 25-22, 25-16, 25-12)

Fruvit16
Sabato il G.S.Fruvit ha affrontato la prima trasferta stagionale contro la prima delle due squadre triestine del girone D, il Simagas militante da due anni nel campionato di B2, la scorsa stagione ha disputato il play off promozione, squadra formata da un collettivo di giocatrici di categoria, con ottima organizzazione del muro, attaccanti con braccio veloce che giocano molto sul mani fuori. Fruvit ha schierato la diagonale alzatore/opposto Ferrari – Ferroni , Tosi e Battistella in banda Toffanin Giada e Coltro centrali, Negrato libero. Nel primo set tutto perfetto per le giallo nere male le padrone di casa che subito reagiscono nel secondo, Fruvit regge un po, il secondo time out tecnico arriva 16-13 con alcune palla venute male, sempre sotto di un paio di punti mai davanti e chiude a 22, poi la disfatta nel terzo, dal 16-12 si è chiuso il set facendo solo 4 punti, poi il cedimento totale nel quarto. “ Non c’è una spiegazione, racconta un rammaricato Pantaleoni, sotto due a uno e 20-9 non è più un discorso tecnico ma diventa un discorso psicologico, di atteggiamento, di volontà, la palla nasce male e ti arrampichi sapendo che quella non è la strada giusta. Fondamentalmente sono due le cose che ci hanno fatto perdere, 1)il primo attacco di cambio palla è stato inesistente, uno vincente ogni 3,6 cambi palla, e uno vincente ogni 3,6 contrattacchi, quando il cambio palla dovrebbe essere sempre il doppio del contrattacco, 2)poi come al solito la carenza di battute vincenti, non riusciamo a battere bene e forte, ad essere incisivi, Ferroni non ha ripetuto la performance di sabato scorso, ma non solo lei, le triestine hanno fatto 9 punti 13 errori e noi 3 punti 16 errori. Nel primo set abbiamo murato 5 volte, due Ferrari e 3 i centrali sul loro primo tempo, Ferrari ha giocato molto al centro, Toffanin ha giocato 19 palloni e Coltro 13, purtroppo senza metterla giù, nessuna giocatrice ha messo la palla per terra in maniera continua, nel quarto set ho cambiato Bombardi per Coltro che di solito prende qualche muro in più. Abbiamo giocato col terzo di rete per quasi tutta la partita perché nel primo set le cose erano andate molto bene, le avversarie non sapevano come attaccare, facevano pallonetto e noi lo prendevamo, attaccavano lungo linea e la prendevamo col difensore lungo e il nostro muro c’era, più del solito, i laterali giocavano più vicini al centro quindi i centrali arrivavano meglio ad affiancare. Simagas veniva da una sconfitta a Paese dove hanno giocato male come nel primo set contro di noi, Paese nostro prossimo avversario in casa nostra, adesso ogni partita diventa decisiva per uscire da quella che sembra, per certi aspetti tipo atteggiamento e attacco, profilarsi come una piccola crisi, poi come gioco nel secondo set anche se lo abbiamo perso siamo andati bene, per due set abbiamo imbastito e giocato, poi il terzo no e il quarto una disfatta che non ha spiegazioni, lo schema col terzo di rete si può ripetere, se ci fa prendere più muri. La prima impressione è che le ragazze siano stanche mentalmente, conoscendole quando siamo con l’acqua alla gola tirano fuori il meglio, è uno scherzo che hanno fatto speso in questi cinque anni, allenandosi con profitto pensando che quello che fanno serve il sabato in campo”.
Libertas Simagas: Lorenzon (1),Tavagnutti(6), Ceccotti(8),Burato(6), Borzi’(9), Grimalda(18), Wolf(2)Benvenuto(L1), Ciani, Banello, Banciardi, Tosi, Cocolo(L2), Allenatore: Rossato.
G.S.Fruvit: Ferrari(4), Ferroni(6),Coltro(3), Tosi(14), Toffanin G.(7), Battistella(9), Negrato(L1), Bombardi, Stoppa, Toffanin S., Zamberlan, Puglia(L2), Allenatore : Pantaleoni.
Prossimo incontro sabato 31 ottobre ore 20,30 al Pala King di S.Maria Maddalena, ospite di turno il Therm-Is Paese (Tv).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *