FRUVIT SOLO UN PUNTO A RUBIERA, MA SQUADRA IN CRESCITA

Volley femminile serie B2

Rubiera Volley _ G.S.Fruvit 3-2 (12-25, 25-21, 26-24, 17-25, 15-12)

 

Sguardi concentrati durante il riscaldamento pre partita, ci si attendeva la prova d’orgoglio dalle ragazze Fruvit dopo le vicissitudini di domenica scorsa e così in parte è stato.

Soddisfatta comunque l’allenatrice Perilli a fine gara ” Intanto abbiamo mosso la classifica, portare a casa in punto dalla quarta in trasferta fa piacere, abbiamo ricevuto anche i complimenti dei dirigenti del Rubiera che credevano di vincere facile guardando la nostra posizione in classifica.

Ho visto la squadra giocare bene, concentrata, fino ad ora l’avevo vista solo in casa, e non aveva mai sostenuto cinque set, compiendo anche uno sforzo fisico le ragazze mi sono piaciute perché non hanno mai mollato, in settimana abbiamo lavorato molto sulla difesa e si è visto, Franzoso su tutte le palle, Beriotto brava, ha lottato molto, non tutte le ricezioni erano buone e quindi non poteva impostare il gioco come voleva, a discapito degli attacchi.

Forse paghiamo o scotto di una preparazione fisica non all’altezza e di non avere un opposto ancora ben definito, Ferroni si è espressa bene, ma non ha ancora il ritmo partita e ho dovuto farla rifiatare con D’Iseppi, Marini non sempre servita a dovere ha usato più l’esperienza, peccato per l’ultima palla, ma in complesso sono contenta di tutte quelle entrate, di come si sono comportate, dell’atteggiamento positivo.

Un punto è meglio di niente, ma almeno il morale per ora è alto e si è vista una notevole inversione di tendenza.”

Amareggiata anche Natascia Marini:” Fino ad ora non abbiamo mai giocato cosi, sono delusa personalmente, forse se non sbagliavo quell’attacco alla fine avremmo potuto recuperare con un finale diverso, peccato.

Durante la settimana la squadra ha potuto confrontarsi con Giuliana Perilli che ha dovuto impostare gli allenamenti con un team che conosceva nella sua metà della composizione. Tutte coscienti della necessità di un cambio di passo doveroso, con l’obiettivo di ben figurare e cominciare a mettere punti in cascina, poiché la zona rossa è li a 1 punto.

Perilli schiera in partenza: Beriotto e Ferroni sulla diagonale alzatore opposto, Coltro e Toffanin centrali, Bolognesi, oggi capitano, e Marini, in banda.

Partenza alla pari 2 a 2 4 a 4 nel primo set, ma poi Fruvit ha il sopravvento, si rivede la difesa, anche la battuta 5-7, 6-10, tutto sembra andare bene, Ferroni, Marini giocano palle importanti, Beriotto smista bene, e Franzoso copre ottimamente, muro e difesa come mai visto dall’inizio di campionato.

L’attenzione su ogni giocata è al massimo, Fruvit dilaga, il collettivo difende bene 7-14, 9-20. Le padrone di casa hanno un break positivo a 10, tentano di impensierire le rodigine con un paio di fast, ma subito Fruvit si riprende, Marini e Toffanin giocano di fino, con pallonetti e palle spinte micidiali, la battuta Fruvit mette in crisi la ricezione emiliana, Rubiera non riesce a imbastire12-23, Ferroni ha un turno in battuta fantastico, sul 12-24 il contrattacco di Rubiera va a rete.

Partenza di secondo set alla grande per le rodigine, poi raggiunte sul 4 pari, Ferroni in battuta si fa sentire con un paio di ace, Fruvit prende il largo, 6-12, poi sono le emiliane che ci credono di più, la reazione è veemente, Rubiera cambia palleggiatore, e migliora il proprio attacco, non solo riescono a pareggiare, ma passano in vantaggio, giocando molto dalla seconda linea prendendo alla sprovvista la difesa rodigina.

Bolognesi sbaglia un paio di attacchi, anche Ferroni, Perilli la sostituisce con D’Iseppi che si fa notare a muro, poi Coltro con Ghiotti al centro sul 17-13, Fruvit recupera un po’ ma Rubiera resta sempre in vantaggio di un paio di punti.

Emiliane che hanno preso le contromisure all’attacco rodigino, che fatica a passare, ci provano un paio di volte Toffanin, e Bolognesi, ma Fruvit continua a subire la pipe avversaria. D’Iseppi si fa murare un paio di volte, a poco servono le difese di una Beriotto in formissima, dal 22 a 21 è Rubiera che tiene la testa a posto sbagliando meno, il venticinquesimo punto è una palla troppo lunga di Marini per Bolognesi che non passa.

Terzo set punto a punto sino a cinque poi Fruvit avanti di uno o due punti con Ferroni e Marini in pallonetto, si vedono un po’ di errori da entrambe le parti, poi è il muro di casa ad avere il sopravvento, Rubiera pareggia a 10 poi passa in vantaggio sfruttando un paio di errori dell’attacco rodigino.13-10.

Grande reazione Fruvit che riagguanta la parità con una sempre pronta Bolognesi, in attacco e a muro-13-15. Rubiera impatta e nessuno vuol cedere punto a punto sino al 18 pari, un ace delle padrone di casa e un paio di difese non precise giallo nere lasciano in vantaggio Rubiera, 22-20.

Marini sbaglia la battuta 23-20, poi arriva il 24 a 20 da posto quattro, ribatte Bolognesi, ace di Toffanin, 24-22, Longarini chiama il time out. Batte Toffanin, sul contrattacco Coltro mura l’avversaria, poi Bolognesi pareggia con un mani fuori, 24-24. Sulla risposta della battuta malinteso tra Beriotto Marini e Bolognesi che non vanno sulla palla, 25-24, poi Ferroni pesta la riga sul contrattacco successivo.

Quarto set: inizio a favore delle padrone di casa che si portano in vantaggio, 6-3, ci pensa Marini a recuperare per tre volte consecutive va a segno, Rubiera batte fuori, Beriotto invece no, ace dell’8-7. Di nuovo Bolognesi impatta a 9, e si continua punto a punto, Fruvit continua a soffrire la pipe avversaria, La battuta rodigina è buona, Bolognesi su tutte, nessuno vuol cedere, è un batti e ribatti continuo sino al 17-19 di di D’Iseppi, il colpo migliore di Rubiera va a rete, per un finale targato tutto Bolognesi con tre ace consecutivi, guadagna il tie break Coltro in primo tempo.

Il cambia campo del tie break avviene sull’8-6 buone giocate da entrambe le parti, scambi lunghi e intensi, le due formazioni mettono in campo tutto quello che hanno, Rubiera allunga a 9, Toffanin segna il settimo punto, Rubiera ribatte subito, Perilli chiama il time out. Bolognesi spara una sette fuori, Rubiera batte lungo, 11-8, Coltro mura il centrale emiliano, 11-9, il secondo arbitro chiama fuori una palla di D’Iseppi nettamente dentro, Fruvit ancora viva con D’Iseppi 12-10, che piazza il pallonetto del 12-11, il contrattacco emiliano è fuori, parità: 12-12, Marini mura fuori, time out Fruvit., sul 14-12 è Marini che si fa murare.

Delusione per non aver rimontato il finale di partita, ma consapevolezza di aver giocato una buona pallavolo.

Risultato che però purtroppo retrocede di una posizione Fruvit, che in virtù dei risultati del girone passa in nona posizione, dietro al Liverani Lugo vincente sul Pianamiele Bologna.

Situazione delicata ora, poiché il prossimo avversario di sabato 25 novembre sarà l’Esperia Cremona sesta con 11 punti, vincente sul fanalino di coda Calerno, si gioca alle ore 18 al palasport di Rovigo.

 

Rubiera Volley _ G.S.Fruvit  3-2 (12-25, 25-21, 26-24, 17-25, 15-12)

Galli Venturelli, Campani, Zoppi, Rossi, Macchetta, Morselli, Paterlini, Baccarani , Marzadori, Freddi, Leonardo, Arduini , Puglisi (K), Orlandini . All. Longagnani. 2° Allenatore: Bellei

 

G.S. Fruvit: Coltro (6), Ghiotti, Toffanin (10), Baù, Fyda, Ferroni (14), Bolognesi (22), D’Iseppi (6), Marini (14), Beriotto (4), Schibuola, Franzoso (L1). Allenatore Perilli

Arbitri: Stazio e Tribuzio.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *