FRUVIT: sorrisi per serie D e Under 18

Vittoria su Permunia e qualificazione per la finale provinciale

Serie D regionale girone C
G.S.Fruvit Occhiobello – Alutecnos Pernumia (Pd) 3-0 )25-19, 25-21, 25-23)
G.S.Fruvit: Ardizzoni, Bandiera,Bianchini, Ferri (C),Ghiotti, Missanelli, Sogari, Albini (L), Rossi, Prota, Tridello, Vendemiati. Allenatore: Perilli, Assistenti: Privitera e Bassi.
Sabato 11 la seconda squadra Fruvit ha messo a segno un importante risultato contro l’Alutecnos Pernumia di Padova, vincendo una partita non scontata, con una formazione che staziona al settimo posto con dieci punti in più, all’andata le ragazze di Giuliana Perilli persero per 3-1, dopo aver vinto il primo set di misura.
La gara ha messo in risalto il buon momento delle giallo nere, che sembrano aver trovato la lucidità che serve ad affrontare il finale di stagione, ricercando la tranquillità necessaria a conquistare la salvezza, con ancora sei partite da disputare.
Primo set punto a punto, con le attaccanti di casa sugli scudi, Bandiera, Sogari, e una Missanelli con tanta grinta, mettono subito a segno punti pesanti, Pernumia, che presenta nelle proprie fila giocatrici più esperte, sembra preso in contropiede, e non riesce a prendere le contromisure adatte. Nel secondo set, stesso copione, con l’ottima prova in ricezione di tutta la squadra, anche la prestazione dei centrali a muro risulta fondamentale, permettendo alla difesa di imbastire il contrattacco. L’opposto di Pernumia, è l’unico che riesce a mettere in difficoltà la formazione di casa, ma non basta, vince Fruvit.
Il due a zero infonde fiducia nel sestetto giallo nero, che continua a segnare con veemenza, le padovane tentano di restare agganciate, Fruvit avanti di tre punti, 21-18, si fa raggiungere, punto a punto, senza perdere fiducia, continua a giocare vincendo di misura, sprigionando l’euforia di tutta la squadra sull’ultimo punto di una Anna Missanelli incontenibile.
Anche Giuliana Perilli, coadiuvata dalle aiuto allenatori Privitera e Bassi, elogia il comportamento delle sue ragazze: “Bellissima prestazione della squadra, che finalmente hanno giocato una partita senza commettere errori banali. Da elogiare una difesa che mai si è espressa a questi livelli, e che ci ha permesso poi di non sprecare e aver fiducia nell’attacco. Discreta la battuta e buona la ricezione, che ha permesso all’alzatore di distribuire bene il gioco, e finalmente non abbiamo avuto paura in attacco, dove abbiamo avuto percentuali buonissime, che fanno ben sperare per le prossime gare. Ma la cosa che più mi è piaciuta, è stato l’atteggiamento delle ragazze, già dal riscaldamento si notava che le sensazioni erano positive. Spero che questo sia il punto di partenza per giocare sempre meglio, allontanarsi dalla zona rossa della classifica è fondamentale.”
La prossima giornata presenta un’ottica completamente diversa, servirà una concentrazione fuori dal comune per impegnare il Griffon Legnago, capolista a 42 punti con 15 partite vinte su 19. Si gioca sabato18 in trasferta alle ore 21,00.


Si è giocata domenica 12, la qualificazione alla finale under 18 provinciale, torneo che durante l’anno agonistico 2016-2017, ha visto la partecipazione di undici squadre. La rappresentativa Fruvit, guidata da Giuliana Perilli e Pietro Pantaleoni, per il sesto anno consecutivo, parteciperà alla finalissima che si svolgerà in campo neutro il 2 aprile, avendo battuto in semifinale il Volley Polesella per 0-3 ( 19-25, 21-25, 21-25).
Formazione contata per Fruvit, che ha schierato: Ferri, Tridello (4), Bianchini (13), Bandiera (20), Rossi (7), Ghiotti (12), Martello libero. A disposizione Prota e Vendemiati.
Nonostante la trasferta, in casa Fruvit si respirava una bella aria presso il Palasport, forse frutto della vittoria nella serata precedente della formazione di serie D, in cui militano le ragazze dell’under 18.
E’ stata una bella partita, giocata con grande intensità, dove le difese hanno prevalso sugli attacchi, è stata anche una grande prova di maturità. Nei tre i set, la totalità dei punti segnati dal diciannovesimo in poi, sono stati appannaggio di Fruvit. Eccezionale la prova di qualcuna, ma nel complesso ognuna delle ragazze, ha dato quello che poteva. Molto bene sono andate la ricezione ed il muro, forse poteva andare meglio la battuta, sette gli ace, bene è andata la difesa del libero Federica Martello, con una ricezione del 62% (43% perfette). Emblema della partita, è stata la prova dell’alzatrice Gaia Ferri, che si è superata rispetto a gare precedenti, una partita molto concreta la sua, fatta di scelte intelligenti, che lascia intravedere qualcosa di promettente. Francesca Bandiera ha trovato la sua dimensione nel nuovo ruolo di opposto, attaccando ben 54 palloni. Molto bene hanno giocato al centro Angela Ghiotti e Elena Bianchini, governando anche il muro, con sei punti diretti, raddoppiando costantemente, reggendo molto bene il gioco del Polesella, portato quasi sempre dagli attaccanti di posto quattro, è stato veramente quel fondamentale in più, nel quale le giovani fruvitine dimostrano di saperci fare. Per finire, il cambio palla ha potuto contare su una ricezione sempre sicura di Sofia Tridello e Alessandra Rossi, nonostante le avversarie premessero molto, per mettere in difficoltà il gioco giallo nero. Anche in questo settore di gioco le ragazze della Perilli si sono mostrate molto sicure, e hanno permesso a Gaia Ferri di svolgere il suo prezioso lavoro. La finale del 2 aprile vedrà dall’altra parte della rete la formazione del Project Star Volley, che è riuscita a strappare la qualificazione, battendo al tie break il Volley Ariano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *