Futuro città: dalle circoscrizioni alle delegazioni

circoscrizioni

E’ la propoposta del sindaco che presenterà sabato 22 ai cittadini nel corso di un open day della Partecipazione che si terrà in Consiglio comunale.

Dal 25 di maggio le Circoscrizioni non ci saranno più. Lo prevede una norma, la legge 42, che di fatto per la città di Ferrara cancella presidenze e consigli di circoscrizioni.

Il sindaco e la giunta tuttavia non intendono rinunciare a un contatto più diretto con i cittadini e per questo sabato 22 febbraio in Consiglio comunale si terrà una giornata dedicata alla partecipazione. In quell’occasione infatti verrà presentata la proposta che il sindaco pensa di attuare per continuare ad avere un rapporto con il territorio.

Una proposta che sostituirà le circoscrizioni che oggi contano 84 figure istituzionali, 4 presidenti e 80 consiglieri, con persone che in modo del tutto volontario terranno aperte al pubblico – soprattutto nel forese – un nuovo ufficio per il pubblico che sindaco e giunta hanno deciso di chiamare: delegazioni. Saranno a Porotto, a Pontelagoscuro, a Gaibanella, in via Bologna, nel palazzo degli Specchi. A queste quattro se ne aggiungeranno altre due: una a Boara e una a Cona.

La giornata di sabato si svolgerà in due momenti: oltre alla proposta del sindaco ci saranno dei gruppi di lavoro a partire dal pomeriggio e alle 16,30 fornirà un contributo sul tema della partecipazione il docente dell’università di Firenze, Massimo Morisi.

[flv image=”https://www.telestense.it/img-video/circoscrizioni.jpeg”]rtmp://telestense.meway.tv:80/telestense_vod/19022104_circoscrizioni.mp4[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *