Gad, blitz interforze con i cani al Grattacielo e stazione. Il questore: “Colpiremo gli affitti in nero” – VIDEO

droga e stazione operazione interforzeControlli a tappeto negli appartamenti del grattacielo anche con l’ausilio dei cani antidroga per scovare le irregolarità che spesso si annidano all’interno delle case che si trovano nelle due torri.

Polizia di stato, carabinieri, guardia di finanza e polizia municipale questa mattina dalle sei hanno setacciato l’intera zona che va dal Grattacielo alla stazione.

Quaranta le case perlustrate e tutte secondo una nuova strategia che il questore Antonio Sbordone ha voluto mettere appunto dopo un recente tavolo del comitato della sicurezza a cui hanno preso parte tutte le forze dell’ordine del territorio e voluto dal sindaco Tiziano Tagliani.

Un nuovo modus operandi in città – precisa la questura in una nota stampa giunta in redazione – dove l’obiettivo è contrastare lo spaccio della droga attraverso l’analisi incrociata dei dati che emergono dai controlli nelle case della zona della stazione.

C’è infatti un nuovo fenomeno nella diffusione della droga: spesso i corrieri si avvalgano di numerosi spacciatori che girano con piccole dosi affinché possano sfuggire più facilmente ai controlli.

Piccoli spacciatori dunque che spesso si trovano costretti ad prendere nella zona adiacente la stazione, anche per una sola notte, una stanza o addirittura un posto letto. Un fenomeno che, per contro, va ad incrementare gli ‘affitti in nero’ negli appartamenti del Grattacielo e delle case vicine.

E così dalle sei di questa mattina agenti della polizia di stato, carabinieri, uomini delle fiamme gialle e vigili urbani hanno creato un servizio interforze volto a contrastare anche questo tipo di crimine.

A fianco delle forze dell’ordine anche i cani antidroga che hanno setacciato centimetro per centimetro le case nel grattacielo e la stazione, sopratutto i sottopassi. Numerose le persone controllate anche con l’ausilio dei cani mentre andavano e venivano dai treni.

Diverse anche le persone che sono state segnalate. Alcune di queste erano giovani sorpresi con addosso modiche quantità di droga.

Due donne nigeriane, risultate clandestine, sono state poi accompagnate dai carabinieri presso un centro di immigrazione indicato dal ministero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *