Gargioni e il post su Facebook: dirigenti scolastici prendono le distanze

Diversi dirigenti scolastici della provincia di Ferrara sentono il dovere di esprimersi sul post su Facebook del collega Stefano Gargioni, che ha accostato l’obbligo del green pass alla tragedia dei campi nazisti di sterminio.

Ecco la lettera integrale

Quando è troppo è troppo. Lontanissimi dall’idea che i Dirigenti scolastici debbano esprimersi con una voce sola o dalla volontà di limitare il diritto di parola e di critica, non possiamo non prendere nettamente le distanze dall’ultima iniziativa del collega Stefano Gargioni. Quando l’approssimazione scientifica, la falsificazione storica e il desiderio di protagonismo arrivano al punto di postare fotomontaggi pesantemente offensivi, lesivi della memoria di una tragedia come quella dei campi di sterminio, non possiamo accettare di essere accomunati a tali espressioni anche solo per il nostro silenzio. Il contrasto e il superamento dell’abominio nazifascista sono all’origine della nostra democrazia e della nostra Repubblica; dovremmo saperlo bene, in quanto Dirigenti; e non può dimenticarlo chi ha contribuito ad intitolare l’Istituto che dirige a Giorgio Perlasca. È un errore che non ammette scusanti, vogliamo dirlo con chiarezza. Certo, si può sbagliare, ma occorre riconoscerlo senza esitazioni. Non abbiamo la presunzione di parlare a nome di tutti i colleghi, ma sicuramente i Dirigenti Scolastici ferraresi pensano e agiscono in tutt’altro modo, con rispetto, comprensione ed equilibrio, necessari sempre, ma più che mai in un momento così impegnativo per tutto il Paese.

Francesco Borciani

Lia Bazzanini

Elena Accorsi

Anna Bazzanini

Stefania Borgatti

Rosaria Calabria

Nunzia Carrera

Gianni Luca Coppola

Cristina Corazzari

Maria Gaiani

Magda Iazzetta

Paola Manzan

Manuela Muscherà

Fabio Muzi

Adriana Naldi

Mara Salvi

Carla Sermasi

Silvia Tognacci

Domenico Marcello Urbinati

Massimiliano Urbinati

Paolo Valentini

Lea Vitolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *