GdF, lotta all’evasione: sequestro da oltre 500mila euro

Lotta all’evasione fiscale: la guardia di finanza ha sequestrato, a due imprenditori ferraresi, beni per oltre 500mila euro. I due amministratori stavano prosciugano di conti della loro impresa, attiva sul territorio nel settore dell’istallazione di impianti elettrici

Nascondevano parte della documentazione contabile della società per impedire di far emergere il reale volume d’affari e non presentavano le dichiarazioni dei redditi sottraendo in modo sistematico e fraudolento i proventi dell’attività imprenditoriale, prosciugandone i conti.

A finire nei guai due ferraresi, amministratori, di fatto e di diritto, di un’impresa attiva sul territorio nel settore dell’istallazione di impianto elettrici, ai quali sono stati sequestrati beni per 540mila euro

Tutto ha avuto origine da una verifica fiscale della Guardia di Finanza, che ha poi portato alle indagini della polizia giudiziaria, per evasione fiscale, dirette dalla Procura della Repubblica di Ferrara

L’amministratore di fatto dell’impresa, un 50enne ferrarese, ha prosciugato 200mila euro dalle casse della società attraverso prelievi, giroconti e carte di credito, per effettuare spese personali. Mentre il prestanome, anch’esso ferrarese, è già conosciuto alle forze dell’ordine per altri precedenti per frode fiscale.

E’ scattato così il provvedimento cautelare per garantire il pagamento delle somme dovute all’Erario che ha portato al sequestro di 8 immobili di proprietà degli indagati e della disponibilità finanziarie sui conti correnti personali e societari dei due ferraresi coinvolti

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *