Gela, caso Astrazeneca: il Gip chiede l’archiviazione

Sulla morte della giovane insegnante di Gela, avvenuta il 24 marzo scorso, per trombosi cerebrale dopo la vaccinazione con Astrazeneca, è intervenuto in questi giorni il marito per chiedere verità e giustizia.

“Il Gip, dice, ha chiesto l’archiviazione del caso, escludendo che vi siano responsabilità a carico di qualcuno”.

Sul caso che ha aperto la strada alle ricerche autoptiche sull’eventuale nesso causale fra vaccini anticovid e trombosi cerebrale, abbiamo nuovamente interpellato il prof. Paolo Zamboni, Direttore del Centro di malattie vascolari dell’azienda ospedaliero universitaria di Ferrara, che in aprile ha partecipato alle indagini medico scientifiche affidato dalla procura di Caltanissetta ad una equipe di ricercatori.

L’intervista integrale andrà in onda venerdì sera alle 22.10 su Telestense.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *