Gessica Notaro a Codigoro contro la violenza sulle donne

Sono trascorsi quasi due anni da quando l’ex-miss riminese Gessica Notaro venne sfigurata dall’ex-fidanzato Edson Tavares. Cominciò così un lungo e doloroso periodo di cure, a cui col tempo è riuscita a reagire combattendo in prima linea contro la violenza sulle donne.

E così, mentre Tavares è stato condannato proprio in questi giorni a 15 anni, 5 mesi e 20 giorni dalla Corte d’Appello di Bologna, Gessica, che da quel 10 gennaio 2017 ha subito diversi interventi chirurgici ed ha avuto danni permanenti ad un occhio, ha fatto tappa a Codigoro.

La ventinovenne è stata protagonista di un incontro pubblico che, dopo un’intervista negli studi di Radio Sound, l’ha vista protagonista con il sindaco Alice Zanardi nel centro della località del basso ferrarese. Con lei, l’assessore alle Pari opportunità Samuele Bonazza, la consigliera regionale Marcella Zappaterra, la rappresentante del centro Donna e Giustizia di Ferrara Monica Borghi, oltre al comandante della Polizia provinciale Claudio Castagnoli.

Gessica si è intrattenuta con le tante persone presenti, di cui molti giovani e bambini che le hanno consegnato un mazzo di rose rosse, sottolineando che non c’è amore se c’è violenza, per cui non vi è alcuna giustificazione ad essere picchiati.

La mattinata si è conclusa con un flash mob: un ballo collettivo per dire di no alla violenza e per continuare con la voglia di vivere che Gessica Notaro ha trasmesso non solo a sé stessa, ma a tutto il pubblico accorso per farle sentire la propria vicinanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *