L’Emilia-Romagna e il ferrarese gialli da lunedì 26 aprile: cosa cambia

Era stato ormai preannunciato da giorni, l’Emilia-Romagna e il ferrarese passeranno nella zona gialla a partire dal lunedì prossimo 26 aprile.

L’Emilia-Romagna come quasi tutte le regioni del nord e centro Italia da lunedì 26 aprile passeranno in fascia gialla dopo settimane di zone arancioni e rosse.

C’è molta attesa tra i ferraresi per questo passaggio.

Il coprifuoco rimarrà alle ore 22.

In base al decreto varato dal Consiglio dei ministri, da lunedì 26 aprile entrano in vigore nuove regole, in particolare per la zona gialla. Consentiti gli spostamenti tra le Regioni diverse nelle zone bianca e gialla. Inoltre, alle persone munite della ‘certificazione verde’, sono consentiti gli spostamenti anche tra le Regioni e le Province autonome in zona arancione o zona rossa. Consentito lo spostamento verso una sola abitazione privata abitata, una volta al giorno, a quattro persone oltre a quelle già conviventi nell’abitazione di destinazione.

Riaprono i bar e i ristoranti a pranzo e a cena, purché all’aperto. Come i cinema, teatri, sale concerto, live club. È necessario che ci siano posti a sedere pre-assegnati e una distanza di un metro l’uno dall’altro. La capienza massima consentita è del 50%

In zona gialla, nel rispetto delle linee guida vigenti, è consentito lo svolgimento all’aperto di qualsiasi attività sportiva anche di squadra e di contatto. Dal 1° giugno, sarà la volta delle palestre.

Rimandata la riapertura nei fine settimana dei centri commerciali.

Sempre da lunedì la presenza in aula nelle scuole superiori del ferrarese e dell’Emilia-Romagna sarà al 70% degli studenti, in crescita rispetto alla situazione attuale che prevede in classe non più del 50% degli alunni. Aggiunti nel ferrarese 5 bus per il trasporto pubblico e salgono così a 43 i bus supplementari messi in campo rispetto al normale servizio scolastico invernale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *