GIARA: vittoria e gioco nella gara con Molteno

Grande reazione, dopo una settimana di dubbi e polemiche, con una delle big del campionato

Come dare una scossa ad una stagione ad una sola settimana di distanza da un passo falso doloroso e rumoroso. La Giara Assicurazioni Ferrara, proprio come un’araba fenice, rinasce nella settimana più complessa della stagione e piega al “Pala Boschetto” una delle corazzate meglio costruite di tutto il Girone A: il Molteno. Nel recupero della seconda giornata del girone di ritorno va in scena la partita perfetta con la quale capitan Corrado Sgargetta e compagni si prendono i due punti ed il primo scalpo eccellente della stagione 2021-22.

IL MATCH
Coach Antonj Laera approccia alla gara con uno starting seven formato da Michele Rossi fra i pali, Gabriele Montanari, Fernando Marquez e Ilya Crea sugli esterni, Dario Zanghirati e Federico Janni sulle ali e Nerio Zaltron a completare nella casella di pivot.
E’ una Ferrara trasfigurata: intensità difensiva ai massimi livelli, cinismo riscoperto in fase di possesso attivo e Molteno è subito costretta a fare gli straordinari. All’uno due ospite iniziale rispondono Crea e Zanghirati per il 2-2 tre minuti. Specialmente la catena di sinistra, formata da Crea e Zanghirati è decisamente in fiducia e diviene la vera spina nel fianco per l’estremo difensore lombardo Ilic. Marquez riprende nuovamente Molteno sul 5-5 e a quel punto la gara cambia: la regia di Gabriele Montanari azzera le palle perse e conferisce ordine e disciplina ad una manovra offensiva troppo spesso caratterizzata da rischiosi personalismi. Sul 8-8 (19′) Molteno colleziona errori al tiro e la Giara ne approfitta per allungare: Rossi cancella Campestrini dai 6 metri e spiana la strada al 2-6 di parziale con Marquez, Zanghirati e Mazzucchi sugli scudi. Proprio Mazzucchi è l’arma che spacca, con il suo incontenibile uno contro uno, la retroguardia lecchese. A fissare il punteggio sul +4 (14-10) che manda le squadre negli spogliatoi è ancora Marquez, smarcato sagacemente da un movimento del play Gabriele Montanari.
Nella ripresa Ferrara mantiene alti i ritmi e forgia i presupposti della vittoria nei primi 14′. Ilic nulla può sullo scatenato Zanghirati che risponde alle reti di Tagni e Redaelli. Una schermaglia nella quale si inserisce Federico Janni: l’utility ferrarese si prende la copertina del match con quattro reti nella ripresa, belle e pesantissime (tre delle quali in successione dal 19-15 al 22-15), che allargano la forbice sino al +7 che rimarrà il massimo e decisivo vantaggio locale. Dal time out chiamato da coach Branko Dumnic, Molteno esce con la voglia di tentare il tutto per tutto: Bonanomi trova tre reti, parzialmente arginate dai centri di Zanghirati e Montanari. Il 3-6 di controparziale (25-21 al 51′) costringe coach Laera a chiamare il time out. Grazie alla sospensione Ferrara ritrova lucidità e le reti, di Mazzucchi e Pedron, che ricacciano a -5 Molteno. Il forcing finale ospite viene retto dalla Giara che chiude sul 28-27 fra gli applausi convinti del “Pala Boschetto”.
All’orizzonte un dittico di gare, vero sparti acque della stagione: si parte sabato 26 Febbraio con la sfida interna al Mezzocorona, per poi trasferirsi in terra veneta il prossimo 1 Marzo per recuperare il match contro il Vigasio valido per la 1^ giornata del girone di ritorno.

TABELLINO
Giara Assicurazioni Ferrara vs Molteno 28-27 (14-10)
Ferarra: Stagni, Rossi, Sgargetta 2, Zanghirati 7, Zaltron, Pedron 1, Di Maggio, Mazzucchi 4, Marquez 4, Crea 3, Montanari 2, Janni 5, Brancaleoni, Saletti, Baldo, Tonello. All. Laera
Molteno: Zanoletti, Garroni 3, Redaelli 6, Mella, Sala, Bonanomi 6, Ilic, Tagni 6, Colombo 3, Sangiorgio, Riva 1, Crippa, Beretta, Campestrini 2. All. Dumnic

CLASSIFICA SERIE A2 – GIRONE A: Malo 31, Arcom 30, Molteno 28, Torri 26, Giara Assicurazioni Ferrara 19, Cologne 16, San Vito Marano 16, Palazzolo 15, Mezzocorona 12, Pallamano Arcobaleno 11, Vigasio 9, Cassano Magnago 8, Parma 4, Rubiera 4.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.