Gioco, sport e area cani: tre idee contro degrado e droga

01 parco giochi
 L’amministrazione realizza tre progetti per Parco Gavioli. I piani saranno illustrati in un incontro pubblico dal quale dovrà emergere quello utile per allontanare dalla zona lo spaccio e la prostituzione.

Un progetto per rimuovere i giochi da giardino già presenti. Uno che invece prevede la realizzazione di un campo da tennis e uno da calcio.

Il terzo, infine: che potrebbe essere quello di creare, in una zona vicino al centro della città, un’area per sgambamento cani. Sono i tre progetti che l’amministrazione comunale presenterà ai residenti della zona stazione per riqualificare il Parco di via Gavioli, un’area verde che si trova adiacente a via Nazario Sauro, una delle zone più difficili di Ferrara per quanto rigurda lo spaccio e la prostituzione. Le tre idee verranno illustrate pubblicamente in un incontro che si terrà giovedì 24 ottobre alle ore 18,30 nella Sala riunione della Cisl, in Corso Piave, 60.

01 parco giochi-1
Uno dei tre progetti

I tre progetti sono stati presentati ufficialmente al Gruppo Gad e ai rappresentanti del Comitato Zona Stadio – cittadini che da tempo sollevano il problema e chiedono soluzioni concrete al degrado della zona dovuto alla presenza della droga e della prostituzione – in una riunione informativa tenuta martedì 15 ottobre, nella sede della contrada di via San Giacomo. L’assessore ai lavori Pubblici del Comune di Ferrara, Aldo Modonesi con a fianco l’assessore alle politiche sociali, Chiara Sapigni e il presidente della Circoscrizione 1, Girolamo Calò ha infatti spiegato i tre progetti che prevedono un’azione di riqualificazione del Parco Gavioli.

Tre idee che saranno illustrate e condivise con tutti i residenti della zona in un incontro pubblico che si terrà proprio giovedì 24 e dal quale dovrà uscire fra le tre proposte che saranno illustrate, quella più condivisa dai residenti affinché venga poi realizzata dalla stessa amministrazione. Nel parco inoltre dovrebbe nascere una casa prefabbricato che servirà come punto di aggregazione per glia anziani e che sarà gestito dai pensionati della Cisl.

Al suo interno infatti si potrà giocare a carte, fare quattro chicchere e molto probabilmente leggere gratuitamente anche i giornali. Tutte azioni insomma che avranno un unico obiettivo: allontanare lo spaccio e la prostituzione.

%CODE%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *