Giorgia Mancin: “La Corsa è libertà”

E’ il motto della runner codigorese, pronta a ripartire, dopo una frattura alla caviglia, proprio in un gran momento della sua carriera

Correre – per me – è libertà, è un momento solo mio in cui i pensieri nella mia testa si mettono in ordine; è un momento in cui trovo le soluzioni a ogni problema”.

Giorgia Mancin – classe 1995 – nasce a Codigoro, dove risiede. Runner di assoluto prestigio che ha fatto di questo sport la sua più grande passione…..a cui si aggiungono determinazione, grinta e un’instancabile volontà di non arrendersi mai

Tutto ciò lo si evince anche attraverso un infortunio abbastanza grave, patito da questa straordinaria atleta a fine marzo 2022

“Purtroppo mentre facevo delle ripetute nella pista d’atletica, mentre correvo in curva mi sono trovata di fronte due ragazze che correvano in senso contrario e, vedendo che non accennavano a spostarsi, per evitare lo scontro ho cercato di spostarmi nella corsia vicina….ma la mia velocità in quel momento era elevata e nello spostamento, molto brusco, ho messo male un piede. In un primo momento non credevo che l’infortunio fosse così grave, pensavo ad una semplice storta….ma poche ore dopo il dolore era davvero forte e ho deciso di recarmi al pronto soccorso. Gli esiti degli esami radiologici hanno dato un esito chiaro: frattura della caviglia”.

“Ero molto arrabbiata”, prosegue la Mancin, “con un po’ più di attenzione e rispetto delle regole di chi correva in pista in quel momento, tutto ciò si sarebbe potuto evitare. Inoltre, venivo da tre mesi di stop per un altro infortunio e il pensiero di ricominciare tutto da capo è stato davvero avvilente per me”.

Una forza della natura

“Avevo capito che non valeva la pena demoralizzarsi troppo, così mi sono dedicata ad alcune attività in piscina che non mettessero in carico la zona della caviglia. Il mio obiettivo per il 2022 era la Maratona di New York che ho già disputato tre volte, ma quest’anno ero alla ricerca del Personal Best dopo la delusione del 2019. I tempi di recupero per questo infortunio sono lunghi e, ad oggi, sono quattro mesi che non corro…così, in accordo con la mia Allenatrice, abbiamo deciso di cambiare obiettivo: a New York correrò, con il mio compagno di allenamenti Luca Andreella (entrambi corriamo nel Running Club Comacchio), la Dash to Finish Line: gara di cinque km che si svolge il giorno che precede la Maratona. Attualmente sono ancora in cura, ma i medici prevedono una ripresa degli allenamenti tra uno o due mesi”.

“Purtroppo questo 2022 mi ha tenuta lontana dalle competizioni e dagli allenamenti”, conclude Giorgia Mancin, “ma tutto ciò servirà per rendermi ancora più determinata quando ritornerò a correre”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.