Giornata in ricordo delle vittime delle mafie: celebrazione a Lagosanto

Il 21 marzo è la Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

In Emilia-Romagna la piazza principale è stata quella di Longastrino, nell’argentano, dove un bene confiscato è stato consegnato dall’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata al Comune di Argenta, per il suo riutilizzo a fini sociali.

Si tratta di un complesso – composto da una serie di beni immobili e capannoni all’interno del quale opera una azienda agricola – che era stato confiscato nel 2018.

Alla celebrazione di Longastrino – organizzata da Libera Emilia-Romagna e Avviso Pubblico Emilia-Romagna – erano presenti autorità, sindacati, scuole.

A spiegare l’iter burocratico che ha confiscato alla mafia il bene immobile è stato Lamberto Casari, amministratore giudiziario di nomina del Tribunale di Bologna per la gestione dell’immobile confiscato e per la gestione dell’azienda agricola Le.Ni, che opera all’interno dell’immobile confiscato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.