Giornata Internazionale della Donna: le iniziative a Ferrara

violenza donneL’8 marzo non è un giorno di festa secondo il coordinamento dei centri antiviolenza della Regione Emilia Romagna.

La violenza degli uomini contro le donne non si placa, e addirittura segna un peggioramento, se si considera quante donne, anche nel 2017 hanno dovuto rivolgersi ai centri antiviolenza per avere aiuto, soccorso, ricovero.

Le donne che si sono rivolte ai 14 centri che compongono il Coordinamento dei centri antiviolenza della regione Emilia-Romagna, in cerca di aiuto, nel 2017 sono state complessivamente 3951. Fra queste, sono 3543 le donne che hanno subito violenza (89,7%).

Considerando i 13 centri che hanno partecipato alla rilevazione nel 2016, il numero complessivo delle donne accolte è 3625, in aumento di 192 unità, pari al + 5,6%, rispetto all’anno precedente, in cui erano state 3433. Un aumento analogo si registra fra coloro che hanno subito violenza, che sono state infatti 3200 nel 2016 e sono 3341 nel 2017 (+141 donne, + 4,4%).

centri antivlioneza donneCi sono violenze psicologiche, molestie sul lavoro, violenze che coinvolgono anche i figli. Ci sono le violenze fisiche: Nel 2017 le donne accolte dai centri antiviolenza che hanno subito violenze fisiche sono pari al 64,2% (1832 donne); le donne che subiscono violenze psicologiche sono l’89,6% (2555 donne). Percentuali che variano di poco rispetto agli anni precedenti.

Dichiara Samuela Frigeri, Presidente del Coordinamento dei centri antiviolenza dell’Emilia-Romagna: “I dati ci dicono che sempre più donne si rivolgono ai centri antiviolenza. Eppure purtroppo questo spesso non basta a proteggerle dalla violenza. Perché le loro voci e le loro denunce non restino inascoltate c’è bisogno di un’azione congiunta. Fondamentale anche il lavoro di prevenzione: più fondi ai centri antiviolenza, corsi di educazione al genere e all’affettività nelle scuole, narrazioni mediatiche corrette del femminicidio. Sono tutti elementi che possono contribuire a contrastare la violenza maschile sulle donne”.

  • Giovedì 8 marzo ore 12.30

Oggi è la Giornata Internazionale della Donna: manifestazioni in tutta Italia, numerose anche tra Ferrara e la provincia.

In Piazza Trento e Trieste, si è svolto Lotto insieme, manifestazione organizzata dall’UDI sezione di Ferrara e dalla CGIL di Ferrara: banchetti con la distribuzione della mimosa, flash mob con performance musicali e letture. Erano presenti studenti e studentesse dell’Istituto “Dosso Dossi” di Ferrara con live painting per illustrare i temi dell’8 marzo.

Alle 10.00, presso la sede del Centro Donna Giustizia si è svolto un incontro organizzato in collaborazione con la Questura di Ferrara dal titolo “Il lavoro di rete contro la violenza di genere”. E proprio la violenza di genere è al centro di un’amara riflessione diffusa oggi dal coordinamento dei centri antiviolenza dell’Emilia Romagna. Dai dati dei centri, emerge che la violenza sulle donne è un fenomeno assolutamente non in calo.

Le donne che si sono rivolte ai 14 centri che compongono il Coordinamento dei centri antiviolenza della regione Emilia-Romagna, in cerca di aiuto, nel 2017 sono state complessivamente 3951. Fra queste, sono 3543 le donne che hanno subito violenza (89,7%).

Considerando i 13 centri che hanno partecipato alla rilevazione nel 2016, il numero complessivo delle donne accolte è di 3625, in aumento di 192 unità, pari al + 5,6%, rispetto all’anno precedente, in cui erano state 3433. Un aumento analogo si registra fra coloro che hanno subito violenza: coloro che hanno subito violenza sono state infatti 3200 nel 2016 e sono 3341 nel 2017 (+141 donne, + 4,4%).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *