Giornata Mondiale del Donatore: Avis e Prefettura in campo per la raccolta del sangue

Ricordiamoci sempre di donare il sangue, soprattutto in estate. Le trasfusioni di sangue sono una terapia salvavita in molti eventi traumatici e negli interventi chirurgici, in caso di malattie croniche, per le leucemie e per superare gli effetti dovuti ad alcune terapie anticancro”.

Questo l’appello del Prefetto di Ferrara Michele Campanaro, del Vice Presidente Vicario dell’Avis Provinciale Gabriele Anania e del Presidente dell’Avis Comunale Sergio Mazzini, rivolto alla comunità ferrarese durante l’incontro avvenuto in mattinata nella sede dell’Associazione, nel corso del quale sono state illustrate le iniziative programmate in ambito provinciale per promuovere il nobile atto della donazione.

Donare il sangue non è solo un atto di liberalità, ma un gesto dall’enorme valore solidaristico. Lo ha ricordato ieri il Santo Padre, ringraziando i tantissimi volontari che donano il sangue, come testimoni dei valori di generosità e gratuità. Con questo spirito – ha dichiarato il Prefetto – ho raccolto immediatamente e con immenso piacere l’invito di AVIS di partecipare oggi a Ferrara alla Giornata Mondiale del Donatore di Sangue per sensibilizzare e favorire iniziative a livello locale che incentivino la donazione di sangue e plasma, soprattutto in estate, quando le donazioni rischiano di ridursi, ma non si riduce invece il bisogno di sangue nei nostri ospedali, soprattutto adesso che stiamo uscendo da un lunghissimo periodo di pandemia e si va verso la normalizzazione dei servizi sanitari”.

Prefetto e delegazione provinciale AVIS hanno, quindi, convenuto di favorire ulteriori sinergie nelle pratiche di volontariato già sperimentate in passato con ottimi risultati, attraverso le attività di sensibilizzazione in ambito scolastico, ma anche con il coinvolgimento degli appartenenti a Forze dell’Ordine e Forze Armate, sulla base di uno specifico Protocollo promosso dallo stesso Prefetto Campanaro. “Dobbiamo favorire la partecipazione attiva alla vita sociale in tutti i modi – ha concluso il Prefetto – anche attraverso la donazione del sangue, quale espressione di cittadinanza attiva, diffondendo corretti stili di vita tra i giovani e promuovendo la cultura della legalità, attraverso esempi di solidarietà e rispetto di sé e degli altri, come è donare il sangue,”

Madrina dell’evento celebrativo odierno l’atleta centese Asia Lanzi, diciannovenne campionessa di skatebording, in procinto di partire per il Giappone dove parteciperà alle prossime Olimpiadi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *