‘Giornata Mondiale della Psoriasi”: anche la Dermatologia del S.Anna in prima linea nel trattamento di questa patologia

Domani, 29 ottobre si celebra la ‘Giornata Mondiale della Psoriasi’, una patologia dermatologica frequente, che coinvolge circa il 3% della popolazione italiana. Anche l’Unità Operativa di Dermatologia dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara si trova in prima linea nel trattamento di questa malattia e nel supporto ai pazienti che ne sono affetti.

La psoriasi è una patologia infiammatoria cronica della pelle, non contagiosa e spesso su base familiare. Questa si manifesta inizialmente con la comparsa di chiazze eritematose e squamose, solitamente in corrispondenza dei gomiti, delle ginocchia, del tronco e del cuoio capelluto. Esistono tuttavia varianti di psoriasi associate a maggiore gravità ed estensione.

La presenza di dolori articolari, soprattutto al risveglio, può essere il segnale dell’insorgere dell’artrite psoriasica, infiammazione che colpisce prevalentemente le articolazioni (psoriasi artropatica). La psoriasi, un tempo considerata patologia tipica di soggetti sani, risulta spesso associata a comorbilità (come ad esempio dismetabolismo, obesità, ipertensione arteriosa) che devono essere considerate e trattate per migliorare lo stato di salute generale del paziente.

“La psoriasi – dichiara la prof.ssa Monica Corazza, Direttore dell’Unità Operativa di Dermatologia del Sant’Anna – è una malattia frequentemente sottovalutata e tenuta “nascosta” dal paziente. Questo fa sì che il momento della diagnosi e della terapia arrivi spesso in ritardo e la qualità della vita del paziente stesso risulti molto compromessa. All’ospedale di Cona esiste un ambulatorio dedicato ai pazienti affetti da forme severe di questa patologia che, nella provincia di Ferrara, presenta un’incidenza che rispetta quella nazionale. Inoltre, negli ultimi anni, anche lo sforzo delle aziende farmaceutiche ha portato alla possibilità di terapie veramente efficaci nel controllo dei segni e dei sintomi di questa malattia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *