Giornata Nazionale della Psicologia: domani alle 15 incontro al Castello Estense di Ferrara su benessere psicologico e pandemia

Quanto è importante tutelare la salute psicologica, soprattuto in un momento storico in cui si è alla ricerca di una “nuova normalità”? Cosa ci ha insegnato la pandemia? E quali sono i bisogni emergenti dei cittadini e le risposte del territorio? Se ne parlerà domani, giovedì 14 ottobre dalle 15 a Ferrara (Castello Estense, Sala Dell’imbarcadero 2, Largo Castello 1) durante l’incontro “Quello che la pandemia ci ha insegnato: curare il benessere psicologico di tutti e di ciascuno”.

L’evento, aperto ai cittadini, è organizzato dall’Ordine regionale degli Psicologi con il patrocinio del Comune di Ferrara, nell’ambito della Giornata Nazionale della Psicologia, appuntamento annuale che accende i riflettori su temi di interesse psicologico attraverso incontri che si tengono su tutto il territorio nazionale. Per partecipare è necessario essere in possesso di Green Pass e iscriversi su www.ordinepsicologier.it. In Emilia-Romagna, l’Ordine degli Psicologi ha organizzato sette eventi in cinque diverse province fino a lunedì 18 ottobre a cui parteciperanno rappresentanti dell’Ordine degli Psicologi regionale, delle istituzioni e del mondo sanitario e associazionistico.

«Il nostro obiettivo è riportare la psicologia vicino al cittadino – spiega il presidente degli psicologi ER Gabriele Raimondi – in un periodo in cui le emergenze di carattere medico-sanitario hanno necessariamente avuto la priorità. Dialogheremo con gli attori dei diversi contesti territoriali per rispondere al meglio alle necessità emergenti». Domani, giovedì 14 ottobre, dopo l’apertura dei lavori del presidente dell’Ordine degli Psicologi ER Gabriele Raimondi, l’assessora con delega alle Politiche sociali del Comune di Ferrara Cristina Coletti parlerà delle iniziative messe in atto sul territorio nell’ambito della tutela della salute psicologica dei cittadini.

La direttrice dell’Ausl di Ferrara Monica Calamai interverrà sulle nuove richieste e la risposta dei servizi territoriali, mentre Cristina Meneghini, responsabile M.O. Psicologia Cure Primarie dell’Ausl di Ferrara interverrà su “Le mille facce del malessere psicologico in epoca Covid. Le nuove vulnerabilità: percorsi e strumenti per l’aiuto psicologico ai cittadini”. Concluderà Claudio Verri, psicologo psicoterapeuta del Gruppo di lavoro OPER “Psicologia dell’Emergenza e Covid19” con un intervento su “La ferita sociopsicologica durante la pandemia nei diversi contesti”. Seguirà la cerimonia di accoglienza dei nuovi iscritti all’Albo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *