Giorno Memoria: in Pinacoteca le medaglie al merito agli ex internati militari e civili – INT. Prefetto

75 anni fa l’esercito russo mostrava al mondo l’abisso degli orrori, apriva i cancelli del campo di concentramento di Auschwitz, dove i soldati sovietici trovarono 7000 prigionieri, stremati dalle angherie subite e lasciati a morire nel campo, mentre altri 7000 erano stati costretti alle terribili marce della morte per sfuggire alla vista delle truppe degli alleati che invadevano la Germania e liberavano i sopravvissuti all’olocausto.

Così il Prefetto di Ferrara, dottor Michele Campanaro, alla presenza degli studenti delle scuole ferraresi ha aperto questa mattina alle 10, nel Salone d’onore della Pinacoteca Nazionale di Palazzo dei Diamanti, la Cerimonia di consegna delle onorificenze al “Merito della Repubblica” e delle medaglie d’onore del Presidente della Repubblica agli ex internati militari e civili nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto durante il secondo conflitto mondiale, che ha visto questa mattina la consegna al nipote Lauro Marzola, di una medaglia d’onore alla memoria conferita al Signor Giuseppe Marzola.

Ricordando l’orrore dei lager,  il Prefetto di Ferrara ha indicato nell’obiettivo di eliminare i diversi la motivazione politica della fabbrica di morte messa in piedi dai nazisti –  tema al centro dell’intervento successivo dello storico Luca Alessandrini; ha  sottolineato, poi,  la necessità di tenere alta la guardia contro i rigurgiti delle ideologie dell’esclusione e dei razzismi, individuandone l’antidoto nella difesa quotidiana della Costituzione repubblicana e democratica.

D.B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *