Giorno Ricordo, le Fiamme Gialle sul confine istriano

gdf_foibe

La Guardia di Finanza sul confine orientale 1943 – 1945”. Questo il tema al centro della conferenza che si è tenuta oggi a Ferrara nell’ambito delle iniziative proposte per la celebrazione del “Giorno del Ricordo”.

Un giorno per il ricordo, per non dimenticare la vicenda professionale ed umana di due finanzieri ferraresi: il Maresciallo Capo Antonio Farinatti, di Migliaro, insignito di Medaglia d’Oro al Merito Civile e del Colonnello Persirio Marini di Ferrara, insignito di Medaglia d’Oro al Valore della Guardia di Finanza. Due uomini delle fiamme gialle che, nel tentativo di salvaguardare la vita e la dignità delle comunità giuliane dove operavano, si distinsero lottando e morendo, come nel caso del Maresciallo Farinatti. Nato nel 1905 a Migliarino, oggi comune di Fiscaglia, Farinatti fu assegnato al comando della brigata litoranea di Parenzo.

All’arrivo delle forze partigiane slave, “con grande coraggio –spiegano le cronache dei testimoni dell’epoca- fece di tutto per mitigare la situazione ed evitare spargimenti di sangue”. Inutilmente. Perché il finanziere verrà prelevato dalla sua abitazione nella notte tra il 20 e il 21 settembre 1943, caricato sulla famigerata corriera della morte, dai finestrini oscurati, che durante la notte faceva la spola tra Parenzo e Pisino, nel centro dell’Istria, per essere infine gettato nelle foibe. Vittima insieme a molti altri civili e militari caduti in Istria e nella ex Iugoslavia.

[flv image=”https://www.telestense.it/img-video/gdf_foibe.jpeg”]rtmp://telestense.meway.tv:80/telestense_vod/12022014_gdf sul confine istriano.mp4[/flv]

Figure eroiche delineate e raccontate nel loro contesto storico agli studenti delle scuole superiore nella conferenza che si è tenuta in Sala Estense, nell’ambito delle iniziative proposte per la celebrazione del “Giorno del Ricordo”.

Dopo l’introduzione di Flavio Rabar, Presidente del Comitato di Ferrara della Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, sono intervenuti in qualità di relatori, oltre al Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Ferrara, Col. Sergio Lancerin, la Presidente dell’Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara, Professoressa Anna Quarzi e il Direttore del Museo Storico della Guardia di Finanza, Capitano Gerardo Severino. All’evento hanno partecipato fra gli altri il Prefetto di Ferrara, Dr. Michele Tortora ed il Comandante Regionale Emilia-Romagna della Guardia di Finanza, generale di divisione Mario d’Alonzo. L’iniziativa è stata patrocinata dalla Prefettura di Ferrara, dal Comando Regionale Guardia di Finanza dell’E.R., dal Comune e dalla Provincia di Ferrara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *