Giovani, lavoro e pandemia: bilancio del servizio Informagiovani del Comune durante il 2021

Circa cinquemila risposte personalizzate alle richieste giunte soprattutto durante la pandemia, webinar su formazione e lavoro, eventi riprogrammati online, quasi mille curricula redatti per sostenere i giovani nella ricerca di occupazione, 120 interventi nelle scuole, anche in modalità ‘a distanza’, quasi 700mila visualizzazioni sul sito. Sono alcuni dei numeri realizzati dal servizio Informagiovani del Comune durante il 2021. “Per il secondo anno l’attività degli uffici, che ringrazio, ha mostrato la sua capacità di riorganizzare e riprogettare le iniziative a supporto di ragazze e ragazzi tenendo conto, e superando, i limiti imposti dalla pandemia. I numeri prodotti sono importanti e particolarmente significativi”, dice l’assessore Micol Guerrini.

Nel dettaglio, come emerge dal report redatto da Informagiovani, sono state 1.437 le consulenze ai giovani utenti del servizio, “soprattutto legate alla ricerca occupazionale e alle opportunità formative”, spiega l’assessore, 9.398 le risposte a mail e a richieste giunte, la metà delle quali sono state studiate a partire dall’analisi personalizzata dei casi, 3.450 utenti sono invece stati raggiunti telefonicamente, 693.122 gli accessi al sito https://www.informagiovani.fe.it/ e 34.900 i destinatari raggiunti con le newsletter informative, specifiche per i temi: lavoro, opportunità (anche all’estero), formazione e tempo libero. In tempi di pandemia, inoltre, molte delle 120 iniziative nelle scuole previste sono state ‘spostate’ su piattaforma online. Confermati anche – sempre in modalità web – alcuni cicli di incontri specifici, come “Webinarxte” (organizzati con Art-Er), con corsi di formazione post – diploma e focus specifici relativi alle nuove professioni legate allo sviluppo sostenibile e alle tecniche per il crowdfunding. 165 i ragazzi che hanno aderito.

La collaborazione con l’università di Ferrara (con un tirocinante curricolare attivo negli uffici) ha consentito di ospitare gruppi di riesame, di mettere a disposizione personale per consigli su orientamento, summer camp, per l’accoglienza e il benvenuto alle matricole. “Informagiovani, inoltre – sottolinea l’assessore Micol Guerrini ringraziando tutti gli operatori -, oltre ad essere sede di progettazione, attuazione e formazione del servizio civile universale, è punto locale Eurodesk e aderisce agli eventi online e in presenza in tutta Europa, fornendo aggiornamenti continui sui progetti europei e sulle opportunità di formazione all’estero.

Dalla virtuosa e proficua collaborazione con realtà come Unife e dall’adesione a progetti di rete nascono ulteriori opportunità. E’ il caso, ad esempio, della partecipazione a “it-ER International Talents Emilia-Romagna” grazie alla quale sosteniamo anche le imprese nell’incrocio tra domanda e offerta di competenze. Obiettivo, questo, che abbiamo perseguito nel 2021 anche stringendo particolari sinergie con il Tecnopolo”. “A tutto questo si aggiunge l’attività costante di orientamento specialistico personalizzato e i laboratori specifici sulla ricerca di lavoro, con l’attivazione di percorsi di formazione in azienda, mentre, dalla collaborazione con i servizi per il volontariato e con le associazioni, ai giovani sono proposte esperienze presso enti del terzo settore. Un modo per promuovere l’attività e sensibilizzare i giovani, nella fascia 18-29 anni, sulla pienezza e la bellezza dell’aiuto agli altri”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.