Giovani musicisti imparano dalla Mahler Chamber

Venerdì 12 e sabato 13 ottobre alcuni allievi dei corsi superiori del Conservatorio “G. Frescobaldi” di Ferrara (flauto: Cristina Popa; clarinetto: Fabio Bonora; violini: Gabriele Ceci, Antonino Bono, Michela Pastafiglia, Martina Monti, Anna Carrà; viole: Simone Libralon, Hao Lei; violoncello: Martina Baratella) parteciperanno alla masterclass tenuta da Christian Heubes,  Thomas Ruge e Jaan Bossier, membri della Mahler Chamber Orchestra, in occasione della permanenza a Ferrara della prestigiosa ensemble.

L’iniziativa si inserisce nell’ambito di Young Live, un progetto dedicato alla formazione dei giovani musicisti organizzato dal Conservatorio di Ferrara e da Ferrara Musica, in collaborazione con la Mahler Chamber Orchestra, orchestra residente di Ferrara Musica. Coordina il prof. Achille Galassi, docente di Viola e direttore del Dipartimento di Strumenti ad arco e a corda, coaudiuvato dal prof. Luca Bellentani, docente di Musica d’insieme per strumenti ad arco presso il Conservatorio.

Christian Heubes, violinista, si è formato presso l’Università di Musica e Spettacolo di Vienna e la Hochschule für Musik und Theater di Amburgo, entrando a far parte della Gustav Mahler Youth Orchestra nel 2000. Membro della MCO, fa inoltre parte della Kammerphilarmonie Bremen e della Bodenseekammerorchester, collaborando con grandi direttori quali Seiji Ozawa, Pierre Boulez, Daniel Harding, Mark Minkowski e Claudio Abbado.

Thomas Ruge, violoncellista, è stato membro dell’Orchestra della Deutsche Oper di Berlino, dei Berliner Philarmoniker e primo violoncello dei Münchner Philarmoniker; dal 2003 fa parte della Lucerna Festival Orchestra, prestigiosa realtà fondata da Claudio Abbado il cui nucleo è costituito dai componenti della Mahler Chamber Orchestra.

Jaan Bossier è clarinettista della MCO dal 1997; è stato tra i fondatori dell’Ensemble 306, specializzata nel repertorio contemporaneo, e membro, tra le altre, della Chamber Orchestra of Europe, della Deutsche Kammerphilarmonie di Brema, dell’Orchestra Mozart.

A conclusione della masterclass, gli allievi partecipanti, affiancati dai docenti, si esibiranno domenica 14 ottobre alle 17 presso Palazzo Bonacossi (via Cisterna del Follo n. 5), protagonisti di un’esperienza concertistica di altissimo profilo. In programma il Quintetto per flauto e archi in Re maggiore G. 430 “Las Parejas” di Luigi Boccherini, il Quintetto per clarinetto e archi in La maggiore K. 581 di Wolfgang Amadeus Mozart l’Ottetto in Mi bemolle maggiore op. 20 di Felix Mendelssohn-Bartholdy.

Agli studenti interni è offerta la possibilità di assistere alle lezioni in qualità di uditori, previa richiesta di iscrizione da comunicare all’Ufficio Produzioni.

IL CONCERTO

Domenica 14 ottobre –  ore 17 a Palazzo Bonacossi (Musei Civici) – ha luogo un concerto ad ingresso libero che ha per protagonisti alcuni solisti della Mahler Chamber Orchestra (MCO) e studenti del Conservatorio Frescobaldi di Ferrara.

Il concerto segna il momento culminante di Young Live, progetto inaugurato con grande successo l’anno scorso da Ferrara Musica e dal Conservatorio Frescobaldi in collaborazione con la MCO, orchestra residente di Ferrara Musica, e dedicato alla formazione di giovani musicisti di talento. Quest’anno  l’iniziativa gode del supporto di Maria Luisa Vaccari, presidente di Suono Vivo, da sempre sostenitrice di progetti a favore della formazione musicale dei giovani e dei Musei Civici che hanno gentilmente concesso Palazzo Bonacossi come sede dell’evento.

Young Live porta a Ferrara la vasta esperienza internazionale nel campo della didattica degli orchestrali della MCO, che, attraverso il programma MCO Landings dedicato all’educazione e all’impegno sociale, sono spesso coinvolti in accademie e masterclass in tutto il mondo.

In occasione della permanenza a Ferrara della MCO tre musicisti dell’ensemble – il violinista Christian Heubes, il clarinettista Jaan Bossier e il violoncellista Thomas Ruge – hanno tenuto tre giorni di masterclass ad un gruppo di studenti del Conservatorio Frescobaldi. Gli studenti hanno avuto l’opportunità di seguire lezioni individuali e di musica da camera in vista dell’esecuzione del concerto odierno. In questa occasione i docenti suoneranno a fianco degli studenti, offrendo loro l’opportunità di essere protagonisti di un’esperienza concertistica di alto profilo e di mostrare al pubblico i frutti del loro lavoro.

Molto suggestive le musiche in programma: il Quintetto per flauto e archi op. 19 n. 6 di Luigi Boccherini, il Quintetto per clarinetto e archi K 581 di Wolfgang Amadeus Mozart e due movimenti dall’Ottetto op.20 di Felix Mendelssohn.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.