Giovanni Schincaglia: “Due allenamenti per passare dal calcio al volley”

Il palleggiatore della 4 T Volley attribuisce tutti i meriti del cambio disciplina a Matteo Bernard

“Nella pallavolo ho trovato, fin da subito, la mia principale valvola di sfogo in cui posso – a tutti gli effetti – essere me stesso, scaricando le tensioni accumulate durante la vita di tutti i giorni”. Giovanni Schincaglia – classe 2000 – inizia così a raccontare il suo percorso pallavolistico: una passione sbocciata a 12 anni (il suo sport prima di allora era il calcio). “Ringrazio Matteo Bernard”, incalza il palleggiatore della Krifi Caffè 4 Torri Volley Ferrara”che durante una lezione pratica nella mia scuola mi invitò e sollecitò più volte ad andare a provare anche un solo allenamento”. Il risultato? “Mi innamorai subito di questo sport tanto che dopo appena due allenamenti abbandonai il calcio: da quasi 10 anni la pallavolo fa parte di me e della mia vita”. Conosciamo meglio Giovanni Schincaglia. “Attraverso l’impegno, la dedizione ma anche grazie a tutti gli Allenatori che mi hanno fatto crescere sia tecnicamente che umanamente, mi sono tolto tantissime soddisfazioni. Mi reputo un giocatore molto umile ma sempre pronto ad aiutare gli altri quando mi è possibile. Essendo molto giovane, a volte in campo le emozioni possono avere la meglio sul mio modo di giocare ma – allo stesso tempo – la mia voglia di imparare e la sfrontatezza della gioventù mi fanno essere un pallavolista molto positivo che lotta su ogni pallone, sapendo di dover dare sempre il massimo: solo così posso crescere, ripagando la fiducia datami”. Capitolo Krifi Caffè 4 Torri Volley Ferrara. “Ho sempre militato in questa realtà, dalle giovanili ad oggi….a parte una piccola parentesi di un anno in prestito in un’altra squadra. Per me questa Società rappresenta, a tutti gli effetti, una grande famiglia in cui ho sempre trovato persone speciali che mi hanno aiutato a crescere, ancora adesso è così”. L’ Università. “Sono uno studente di Scienze Motorie: spero, negli anni, di realizzarmi a livello lavorativo nello sport perchè ormai è parte di me…..fino a quando mi sarà possibile non mi fermerò mai di praticare pallavolo o sport in generale”. “Spero che la Società continui a puntare su di me come ha fatto quest’anno”, prosegue Giovanni Schincaglia, “dal canto mio cercherò di ripagare questa opportunità che mi verrà data attraverso il mio impegno in campo”. E la conclusione rispecchia tutta la grandezza di questo palleggiatore. “Se la vita ti presenta un muro, tu gioca mani fuori”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *