Giovedì 15 settembre, primo giorno di scuola

Giovedì 15 settembre è la data che vede il ritorno a scuola gli studenti emiliano-romagnoli. Sono circa 540.000 i bambini e ragazzi della nostra regione, pronti per affrontare un anno scolastico di cui la Regione ha reso noto gli investimenti. Oltre 800 milioni per l’edilizia scolastica, 60 milioni per abbattere liste d’attesa e rette per nidi e materne, oltre 20.000 borse di studio per un importo di 2.2 milioni di euro, bus e treni gratuiti per gli under 14, mentre per gli under 19 se con un Isee familiare annuo entro i 30mila euro. Infine, investimenti anche per la formazione professionale.

Il tasso di abbandono scolastico in Emilia-Romagna è in netto calo, passato dal 13,2% del 2014 al 9,9% del 2021, ben al di sotto della media nazionale del 12,7% e in linea con l’obiettivo europeo del 10%.

Intanto, sono arrivati gli auguri a tutti gli studenti anche dalle istituzioni della città, con un messaggio del sindaco Alan Fabbri ed una lettere dell’assessore alla pubblica istruzione Dorota Kusiak.

“Il primo giorno di scuola è sempre un giorno speciale, quest’anno lo è ancora di più” – ha dichiarato – “è un primo giorno caratterizzato da un’atmosfera particolarmente gioiosa e festosa e dalla voglia di tornare alla normalità dopo anni difficili”.

L’assessore ha augurato un buon inizio e un proficuo lavoro per il nuovo anno scolastico 2022-2023 a tutti gli studenti, familiari, dirigenti scolastici, a tutti i docenti e al personale coinvolto nel funzionamento dei plessi e delle strutture scolastiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.